Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana-Benevento 0-1, un autogol di Micai condanna i granata nel derby

Scritto da Redazione il 8 febbraio 2019 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

6N3A4199Altro che scacciare le streghe. Salernitana-Benevento 0-1 allunga la crisi granata, allargando ancor di più la frattura tra squadra ed ambiente. In un match equilibrato e senza grandi emozioni, ci pensa l’erroraccio di Micai a regalare derby e tre punti ai sanniti, con il terzo ko consecutivo all’Arechi che spalanca le porte a critiche, polemiche e contestazioni.

Gregucci conferma il 3-4-2-1 con i due Anderson alle spalle di Jallow. Debutta dal primo minuto Walter Lopez, con Casasola esterno sulla corsia opposta. In mezzo al campo c’è il duo muscolare formato da Di Tacchio e Minala. La Salernitana approccia con personalità al derby ma il primo squillo è del Benevento: 11’ Improta tenta il diagonale che non trova i pali di Micai. La Salernitana risponde con il colpo di testa pericoloso di Casasola che si perde di poco alto. Il Benevento aumenta i giri del motore e con Coda impegna Micai. Estremo difensore provvidenziale al 25’ sulla combinazione Insigne-Buonaiuto che libera l’ex Perugia davanti al portiere ma il tentativo in scivolata viene deviata in corner. Poco dopo l’ex Bari deve superarsi sulla bomba di Letizia dal limite, messa in angolo.

Il secondo tempo si apre con l’incredibile episodio che sblocca il match: il cross di Insigne viene deviata in maniera maldestra da Micai e s’infila in porta tra lo stupore generale. Gregucci suona la carica inserendo Rosina per Perticone, abbassando il raggio di azione di Casasola. Il Benevento aspetta e riparte, come al 62’ quando Insigne serve al bacio Coda che grazia la Salernitana centrando Micai. Gregucci inserisce anche Di Gennaro, per Minala, e il neo-arrivato Calaiò ma nonostante i tre colpi di defibrillatore la reazione non c’è. L’unica palla buona capita a Calaiò, all’84’, quando l’attaccante gonfia la rete ma a gioco fermo. Al triplice fischio finale esplode la rabbia dell’Arechi per un venerdì nerissimo.

RETI: 4’ st ag. Micai (B)

SALERNITANA (3-4-2-1): Micai, Perticone (12’ st Rosina), Migliorini, Gigliotti; Casasola, Minala (31’ st Di Gennaro), Di Tacchio, Lopez; D. Anderson, A. Anderson (34’ st Calaiò); Jallow.
In panchina: Vannucchi, Pucino, Memolla, Mazzarani, Orlando, Bernardini, Mantovani, Vuletich, Schiavi. Allenatore: Gregucci

BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Caldirola (40’ st Tuia); Letizia, Del Pinto (35’ st Viola), Crisetig, Buonaiuto, Improta; Coda (42’ st Armenteros), Insigne.
In panchina: Gori, Zagari, Di Chiara, Tello, Maggio, Gyamfi, Goddard, Ricci, Asencio. Allenatore: Bucchi.

ARBITRO: Eugenio Abbattista di Molfetta (Assistenti: Cipressa-Colarossi, quarto uomo: Cosso).

NOTE: Spettatori: 9795 di cui 1700 circa provenienti da Benevento. Ammoniti: Coda (B), Minala (S), Lopez (S), Volta (B). Recupero: 0’ pt, 5’ st.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *