- Corriere di Salerno - http://www.corrieredisalerno.it -

La Salernitana batte il Südtirol e passa il turno in Coppa Italia

Tutino in attacco [1]

Tutino in attacco

Dopo l’esordio non brillante in campionato, la Salernitana, sul manto erboso (si fa per dire) dell’Arechi, vince il secondo match ufficiale della stagione calcistica, battendo con un netto 3-0 la formazione del Südtirol e passa al turno successivo regalandosi la trasferta di Marassi in casa della Sampdoria.

Ma nonostante la netta vittoria con gli altoatesini, dalla gara sono emerse non solo luci (la tecnica di Tutino e l’ottima intesa con CIcerelli, il positivo apporto in fase offensiva dei centrocampisti, le parate decisive di Belec, il dinamico modulo 4-4-2, tutta un’altra storia rispetto al più compassato 3-5-2) ma anche ombre, soprattutto in fase difensiva.

Nell’arco della partita, infatti, i calciatori ospiti hanno sfiorato in almeno 4 circostanze la rete, sia nel primo tempo, sia nel secondo, spesso da soli a tu per tu con Belec. Bisogna però tener presente che la coppia di difensori centrali Gyomber – Bogdan era al primo impiego in contemporanea in un impegno ufficiale, l’intero reparto difensivo è ancora da rodare e rispetto al 3-5-2 il nuovo modulo è un po’ più offensivo. Tenere 3 difensori centrali bloccati in difesa, comunque, non sempre è conveniente, anche perché si sottrae un uomo alla fase di impostazione rispetto al 4-4-2.

Veniamo alle reti granata, tutte di ottima fattura, e questo è un altro aspetto positivo da evidenziare: seconto tempo – all’8° minuto tap-in vincente di Tutino su tiro dal limite di Di Tacchio. Al 15°, su azione iniziata da Tutino, Gondo fornisce un assist vincente per Cicerelli che realizza il gol del 2-0. Dopo l’espulsione di Davi negli ospiti all’88°, Capezzi, subentrato a Schiavone, chiude i conti per il 3-0. Da segnalare, oltre alle reti, una traversa di Cicerelli ed almeno atre due palle gol per i granata.

Cicerelli in fase offensiva [2]

Cicerelli in fase offensiva

Interessante la dichiarazione rilasciata alla stampa da Castori che ha affermato di poter contare ora sugli interpreti giusti e che quindi il 4-4-2 potrebbe essere il modulo tattico principale per questa stagione. In effetti con la coppia centrale di centrocampo Schiavone – Di Tacchio e Capezzi pronto a dare il suo contributo e la presenza di validi esterni di centrocampo quali Lombardi, Kupisz, Cicerelli, lo stesso Casasola che potrebbe ricoprire quel ruolo all’occorrenza, questo modulo potrebbe essere funzionale all’organico.

Come già accennato, il prato dell’Arechi più che verde è di colore giallastro per la tanta sabbia riversata per livellare le buche da zolle di erba mancante. Non un bello spettacolo. E, sembra, che anche il manto erboso del campo di allenamento del Mary Rosy non versi in buone condizioni. Per ottenere positivi risultati nello sport, le strutture devono essere adeguate, soprattutto nel calcio professionistico.

Salernitana – Sudtirol 3 – 0

Reti: 8’ st Tutino, 15’ st Cicerelli, 43’ st Capezzi.

Salernitana: Belec, Curcio (37’ st Iannoni), Gondo, Schiavone (23’ st Capezzi), Tutino (16’ st Giannetti), Cicerelli (23’ st Karo), Di Tacchio, Casasola, Gyomber, Bogdan, Lombardi (1’ st Kupisz). All. Fabrizio Castori

A disposizione: Micai, Guerrieri, Lopez, Migliorini, Djuric, Aya, Veseli.

Sudtirol: Poluzzi, El Kaouakibi, Fabbri (18’ st Davi), Curto, Gigli (40’ st Vinetot), Gatto, Fink, Karic (33’ st Tait), Rover, Semprini, Beccaro (18’ st Casiraghi). All. Stefano Vecchi

A disposizione: Meneghetti, Bussi, Calabrese, Greco, Bertuolo.

Arbitro: Daniele Paterna di Teramo.

Assistenti: Damiano Margani (sez. Latina) – Orlando Pagnotta (sez. Nocera Inferiore).

IV Uomo: Davide Miele (sez. Nola).

Ammoniti: Di Tacchio (S), Davi (ST).

Espulso: Davi (ST).

Angoli: 8 – 2

Recupero: 3’ st.

Be Sociable, Share!