Arbitro in giornata no, il Pordenone ne approfitta

Arbitro in giornata no, il Pordenone ne approfitta
Terna arbitrale
Terna arbitrale

Due calciatori della salernitana espulsi, ingiustamente, e il Pordenone ringrazia la dea bendata per tanta grazia ricevuta. Il Sig. Rapuano ha commesso due gravissimi errori di valutazione, confermati dalle immagini di Dazn, ma nel corso del match ha toppato anche in altre circostanze e sempre in danno dei calciatori granata.

Un netto rigore per un fallo su Tutino non fischiato e il dubbio calcio di punizione concesso al Pordenone in occasione della prima rete dei calciatori ospiti.

Gli errori arbitrali, quindi, in questo match sono stati decisivi, determinando il risultato finale. In parità numerica, fin dai primi minuti di gioco era apparso evidente che la Salernitana avrebbe fatto un sol boccone del Pordenone. Cicerelli, Djuric, Tutino, Kupisz stavano scardinando in maniera importante la linea difensiva dei friulani.

Nel momento di maggior pressione offensiva della squadra allenata da Castori c’è stata l’ingiusta espulsione di Capezzi per un intervento ritenuto troppo frettolosamente e superficialmente col piede a martello. Le immagini televisive hanno invece dimostrato che il calciatore granata nell’intervento in scivolata aveva ritratto indietro il piede per evitare di colpire l’avversario.

Visto l’andamento del match, per nulla violento e con toni piuttosto tranquilli, le 6 ammonizioni nei confronti dei calciatori della Salernitana, Tutino, Gyomber, Djuric, Anderson e due a Di Tacchio, poi espulso nel secondo tempo, non trovano alcuna plausibile giustificazione se non nella giornata no del Sig. Rapuano che ha pesantemente condizionato il risultato finale.

Arbitro Rapuano espelle Capezzi
Arbitro Rapuano espelle Capezzi

Far terminare il match in 9 uomini alla Salernitana è stata una esagerazione e tale circostanza ha tagliato le gambe ai calciatori granata che non hanno potuto tentare di riacciuffare almeno il pareggio.

Risulta arduo, quindi, commentare tecnicamente e tatticamente una partita che non si è giocata in condizioni di parità tra i due contendenti. Va comunque evidenziato che anche in inferiorità numerica la squadra di Castori ha dato dimostrazione di forza e qualità nettamente superiori all’avversario.

Il tecnico della Salernitana, tra l’altro espulso dall’arbitro (tanto per cambiare), nonostante la delusione della doppia sconfitta nelle ultime due gare, 3-0 a Monza e 0-2 col Pordenone, può trarre positive indicazioni dalle prestazioni del gruppo e dalla reazione alle avversità ed ai torti arbitrali che continueranno, purtroppo, a far sentire il loro peso anche nell’immediato futuro.

Nel prossimo big match, infatti, la Salernitana dovrà affrontare la capolista Empoli senza poter contare sui due centrocampisti centrali, Capezzi e Di Tacchio. Due gravi assenze nella zona nevralgica del campo.

Arbitro Rapuano al termine del match
Arbitro Rapuano al termine del match

Quello che fa rabbia e che ha mandato in bestia un’intera tifoseria, oltre che l’allenatore e la squadra, è aver perso una partita contro un avversario nettamente più debole e che ha vinto una gara che, probabilmente, se si rigiocasse altre 10 volte, con un altro arbitro ovviamente, vedrebbe quasi sicuramente la Salernitana sempre vincente.

di Roberto Trucillo

Salernitana – Pordenone 0 – 2

Reti: 27’ st Barison, 48’ st Diaw.

Salernitana: Belec, Lopez, Tutino (37’ st Dziczek), Cicerelli (33’ st Gondo), Djuric (33’ st Anderson), Di Tacchio, Casasola, Kupisz (33’ st Schiavone), Gyomber (42’ st Giannetti), Bogdan, Capezzi. All. Fabrizio Castori

A disposizione: Adamonis, Mantovani, Aya, Karo, Iannoni, Veseli, Antonucci.

Pordenone: Perisan, Vogliacco, Barison (30’ st Berra), Calo’ (30’ st Misuraca), Diaw, Ciurria, Bassoli (1’ st Camporese), Mallamo (22’ st Magnino), Zammarini, Falasco, Rossetti (7’ st Musiolik). All. Attilio Tesser

A disposizione: Bindi, Passador, Banse, Foschiani, Scavone, Butic, Chrzanowski.

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini.

Assistenti: Pasquale De Meo (sez. Foggia) – Davide Moro (sez. Schio).

IV Uomo: Daniel Amabile (sez. Vicenza).

Ammoniti: Di Tacchio, Tutino, Gyomber, Djuric, Anderson (S), Diaw, Ciurria, Vogliacco, Berra (P).

Espulsioni: Capezzi, Di Tacchio (S).

Angoli: 2 – 3

Recupero: 3’ pt, 6’ st.

TABELLINO Salernitana Pordenone 0-2

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Bogdan, Gyomber (42′ st Giannetti), Lopez; Kupisz (33′ st Schiavone), Capezzi, Di Tacchio, Cicerelli (33′ st Gondo); Tutino (37′ st Dziczek), Djuric (33′ st Anderson). In panchina: Adamonis, Veseli, Mantovani, Schiavone, Karo, Iannoni, Aya, Antonucci. Allenatore: Castori

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Vogliacco, Barison (30′ st Berra), Bassoli (1′ st Camporese), Falasco; Rossetti (6′ st Musiolik), Calò (30′ st Misuraca), Zammarini; Mallamo (22′ st Magnino); Ciurria, Diaw. In panchina: Bindi, Passador, Banse, Foschiani, Butic, Scavone, Chrzanowski. Allenatore: Tesser

ARBITRO: Rapuano di Rimini – assistenti: De Meo e Moro – IV uomo: Amabile

RETE: 28′ pt Barison (P)

NOTE. Espulso al 29′ pt Capezzi (S) per gioco pericoloso. Al 30′ pt alontanato dalla panchina Castori, tecnico della Salernitana per proteste. Espulso al 34′ st Di Tacchio (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Tutino (S), Diaw (P), Ciurria (P), Gyomber (S), Djuric (S), Falasco (P). Angoli: 2-3. Recupero: 3′ pt – 6′ st

Comments are closed.