Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ravello. A Villa Rufolo rivivono Wagner e Boccaccio in versione 3D

Scritto da Redazione il 4 settembre 2013 in Spettacoli. Stampa articolo

Giardini di Villa RufoloRavello. Rivivere il passaggio di Wagner ed estasiarsi sulle sue note, rievocare Boccaccio e i suoi convivi con la famiglia Rufolo, è quello che accadrà nei suggestivi giardini di villa Rufolo, a Ravello. Così, per ripercorrere la propria storia, Ravello si affida alla tecnologia. I visitatori, potranno viaggiare nello spazio e nel tempo attraverso il racconto audio-visivo delle presenze illustri e più in particolare dell’architettura dei giardini di Villa Rufolo. Il tutto rigorosamente con proiezioni mappate 3D e ologrammatiche animate e sonorizzate. La Fondazione Ravello intende realizzare questo progetto entro la fine dell’anno per creare nuovi elementi di valorizzazione del monumento.

Chi volesse partecipare alla visita dovrà compilare una domanda, che può essere rinvenuta sul sito www.villarufolo.it. Le domande dovranno pervenire entro il 20 settembre. L’importo complessivo della fornitura dell’intero progetto non sarà superiore a 70.000 euro e i partecipanti al bando dovranno presentare una dettagliata scheda tecnica sulle componenti e sulle esigenze hardware e impiantistiche oltre alla descrizione e alla struttura dell’evento attraverso relazioni, disegni, audiovisivi e tutto quanto ritenuto utile alla sua migliore comprensione e valutazione. L’intero progetto si dovrà articolare su almeno 7 “quadri”, della durata complessiva di almeno 18 minuti evocativi dell’architettura di Villa Rufolo.

Le proposte saranno valutate da una commissione designata dalla Fondazione Ravello che procederà all’individuazione di quella ritenuta più valida soprattutto sotto il profilo artistico. In sede di valutazione si terrà conto dell’offerta economica, della capacità tecnica, dell’originalità e dell’innovatività della proposta, dell’adattabilità alle esigenze della Fondazione Ravello.

Una volta eseguito e completato, Fondazione Ravello resterà unica ed esclusiva proprietaria dell’intero progetto, potendone disporre incondizionatamente, con il solo obbligo di citare sempre e comunque il soggetto ideatore e realizzatore, anche in caso di uso parziale e limitato del prodotto.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA