Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

San Matteo, da commemorazione religiosa ad evento turistico. Boom di prenotazioni nei Bed and breakfast

Scritto da Redazione il 6 settembre 2013 in Evidenza,Salerno. Stampa articolo

San-Matteo-SalernoSalerno. San Matteo riempie la città di turisti, cifre da record per il fine settimana del 21 settembre.

Per le rituali celebrazioni del Santo Patrono di Salerno, l’Amministrazione è già all’opera da tempo. Un ruolo di primo piano ha rivestito l’Assavet (Associazione Salernitana Agenzie Viaggi e Turismo), che ha presentato lo scorso febbraio a Milano il progetto “Pacchetto San Matteo” , in occasione della BIT (Borsa Internazionale del Turismo). L’iniziativa degli operatori turistici ha portato notorietà e pubblicità all’evento che si presenta sempre più non solo come festa religiosa cittadina, ma anche come celebrazione civile e polo attrattivo turistico.

Grazie all’intuizione degli operatori di presentare il progetto con così largo anticipo e in un contesto internazionale come la BIT di Milano, i riscontri sono assolutamente positivi. Le strutture ricettive della zona evidenziano dati molto alti, tra il 70 e l’80% si aggira, infatti, la percentuale di occupazione, mostrando una continuità con i numeri dell’appena trascorsa stagione estiva, anch’essi molto soddisfacenti.

“La festa di San Matteo è un’occasione per tenere alto il livello di impegno e concentrazione affinché la città mantenga degli standard tali da reggere il confronto con altre importanti realtà” sostiene Enzo Maraio, assessore comunale al turismo di Salerno “I benefici di queste iniziative sono diretti sia ai turisti che visitano la città sia ai salernitani stessi”, continua Maraio “Una dimostrazione di ciò potrebbe ritrovarsi nell’aumento del numero dei B&B che, negli ultimi tempi, sono passati da poco più di 10 a quasi 70 unità” . Questo incremento di strutture ricettive low cost è indice di due fattori: in primo luogo, la richiesta di sistemazioni più economiche da parte dei turisti sottolinea sì il momento di crisi, ma anche la volontà di non rinunciare a una meta come Salerno; in secondo luogo, va considerato che gli stessi salernitani che hanno investito in questo settore potranno trarre dei benefici economici rilevanti, ospitando tutti coloro che vorranno partecipare alle iniziative promosse dalla città.

Come è stato per l’ormai consolidato evento natalizio Luci d’Artista, anche la celebrazione di San Matteo potrebbe diventare un appuntamento fisso per i turisti. Maraio afferma: “San Matteo si  impone come un’iniziativa importante, un’ulteriore opportunità di crescita per la città; il lavoro degli operatori conferma l’attenzione dei turisti verso una realtà giovane come quella di Salerno e, allo stesso tempo, il loro dinamismo testimonia la voglia di rendere la propria città sempre più interessante e accogliente”.

Secondo l’assessore Maraio, l’iniziativa di San Matteo procede in quella direzione seguita fin ora dall’Amministrazione De Luca “di creare un’immagine di Salerno quanto più accogliente e competitiva che, anche in tempo di crisi, possa attrarre visitatori provenienti da ogni dove, presentando come punti di forza, soprattutto, la competitività del rapporto qualità/prezzo e la presenza di una realtà giovane e dinamica. Indispensabile, in tal senso, risulta l’attenzione ai particolari e la volontà di pubblicizzare al meglio la città”. A conferma di ciò, Salerno ospiterà nelle prossime settimane il Campionato mondiale di pattinaggio su strada (14-15 settembre) con la partecipazione di circa 200 atleti. Un’ulteriore spinta per far conoscere sempre meglio Salerno e le sue attrazioni.

 

Federica Aloise

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA