Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Bocciati ai testi di ammissione ai corsi di laurea a numero chiuso: ecco le alternative per non perdere l’anno

Scritto da Redazione il 9 settembre 2013 in Attualità. Stampa articolo

Esame di ammissione alla facoltà di medicina all'università statale di  MilanoE’ tempo di test d’ammissione all’Università di Salerno e in tutta Italia, ma ovviamente non tutti gli studenti riusciranno a passare il test di ammissione ai corsi di laure a numero chiuso, per questo occorre trovare delle alternative per non perdere del tempo prezioso.

Alla facoltà di Veterinaria, infatti, potrà iscriversi solo 1 su 13 aspiranti matricole, e a medicina solo 1 su 8. I piani di riserva, quindi, devono essere necessariamente considerati. Tra questi c’è la possibilità, di iscriversi ad un corso di laurea simile e sostenere esami che possono essere in seguito riconosciuti, una volta passato il test l’anno successivo. Infatti, è possibile sostenere annualmente nello stesso Ateneo  fino a due esami appartenenti ad altri Corsi di Laurea di pari livello di quello frequentato.

Ma c’è chi dedica l’anno seguente la bocciatura interamente al ripasso, chi i cerca esperienza lavorativa nel settore e chi tenta la fortuna all’estero.

La parola d’ordine è, comunque, non perdere tempo. Scegliere di iscriversi ad una facoltà affine a quella in cui non si è stati ammessi è una delle soluzioni che molti studenti scelgono. Il vantaggio è quello di  tenere la mente allenata, ottenere un’infarinatura generale di alcune materie importanti dello stesso settore, e persino anticipare i tempi,  sostenendo esami che, con buona probabilità, saranno riconosciuti una volta ritentato e superato il test.

Ma c’è anche chi tenta si iscriversi all’estero, per poter poi tornare fare il passaggio alle Università italiane: le facoltà preferite sono all’est, come in Romania o in Polonia, ma spesso il riconoscimento degli esami in Italia non è così facile.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA