Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cstp. I sindacati denunciano tagli e disinteresse, Cuozzo: “Adeguamento imposto dal governo”

Scritto da Redazione il 17 settembre 2013 in Evidenza,Salerno. Stampa articolo

trasporto 2Salerno. Partito l’anno scolastico sono iniziate anche le polemiche sul servizio di trasporto pubblico Cstp.

La giornata di ieri ha evidenziato una copertura pressoché globale delle tratte, con l’uscita di circa 70 mezzi a fronte degli 80 necessari per completare l’intero servizio territoriale.

“Abbiamo piacevolmente constatato – dichiara Amedeo D’Alessio di Filt Cgil – che l’azienda è stata in grado di mettere in strada i mezzi necessari a garantire un buon servizio. La situazione era completamente diversa a chiusura dello scorso anno scolastico e questo miglioramento lo dobbiamo soltanto agli sforzi immani dei lavoratori, della mobilitazione e soprattutto dell’officina.”

“Andando al problema trasporti in generale e includendo anche le altre aziende private che operano sul territorio, dobbiamo segnalare che continuano a registrarsi tagli dei servizi da parte della Provincia. A luglio c’è stato un taglio dei fondi del 10% e questo purtroppo comporta disagi e il peggioramento delle condizioni di lavoro, soprattutto riguardo i turni massacranti cui è costretto il personale. Ancora, vorrei segnalare che in un periodo di particolare criticità come questo, la Provincia ha autorizzato l’azienda privata Palmentieri a sovrapporsi al Cstp sulla tratta di Altavilla creando ulteriore danno al trasporto pubblico.”

Di tutt’altra opinione è Michele Cuozzo, l’assessore provinciale ai Trasporti.

michele cuozzo“La Provincia – dichiara l’Assessore – non ha tagliato il 10% dei fondi. È il governo che non ha messo gli enti locali nella situazione di poter gestire il territorio con tranquillità. Abbiamo molte risorse in meno e abbiamo semplicemente rimodulato i servizi per tre mesi; abbiamo ricapitalizzato le perdite del Cstp, acquistato delle azioni ed esercitato il diritto di non optato sull’azienda. Preciso che si tratta di una riduzione del 2-3 % e non del 10% sottolineo anche il fatto che il Cstp, stando alle carte di giugno e a ciò che direttamente l’azienda riferiva, forniva circa il 20% in meno dei servizi. I cittadini salernitani subiscono un grave danno da questa realtà. Riguardo alla sovrapposizione del servizio di trasporto ad Altavilla rispondo che la Provincia ha svolto semplicemente il suo compito:  accogliere l’esigenza di numerosi cittadini. Abbiamo riaperto l’istruttoria e verificheremo se ci sono sovrapposizioni ma riguardo all’accordo specifico che la ditta Palmentieri non percepisce nessun compenso ci troviamo solo di fronte ad una polemica strumentale.”

Rossella Fusco

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA