Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salerno, taglio del nastro alla linea metropolitana. Vetrella smentisce De Luca sulla messa in esercizio

Scritto da Redazione il 23 settembre 2013 in Evidenza,Salerno. Stampa articolo

De Luca-taglio nastroSalerno. L’assessore ai trasporti della Regione Sergio Vetrella prende tempo e annuncia che servono ancora fondi per la messa in funzione della metropolitana.  L’infrastruttura che collega la zona dello stadio Arechi con il centro della città è stata inaugurata questa mattina alla presenza dello stesso Vetrella e del sindaco Vincenzo De Luca. 

L’arteria di collegamento non è ancora aperta al pubblico ma è già fonte di polemica.

“Per il completamento del servizio servono altri 150 milioni di euro per fare in modo che questa iniziativa si esplichi nel modo appropriato, per portare un grande beneficio a tutta la regione Campania e provincia di Salerno – fa sapere l’assessore  che poi sottolinea – Cosa che io ho fatto, in quanto la mia proposta alla Giunta che è stata approvata porta circa 147 milioni di euro per andare avanti e migliorare l’opera attuale, per arrivare fino all’aeroporto di Pontecagnano, consentendo il collegamento con l’Università. Da ricordare che questa deve diventare una metropolitana e non una linea ferroviaria, quindi c’è bisogno di un incremento economico che comporti sulla base di quanto è stato fatto fino ad oggi ulteriori investimenti che portino l’estensione e l’aggiornamento di tutto il sistema, questo per quanto concerne la parte infrastrutturale. La parte servizi viene regolata dalle leggi nazionali, per questo stiamo lavorando seriamente per riprogrammare i servizi, tenendo conto di quest’opera che dobbiamo inserire nel quadro dei servizi, però è chiaro che inserire quest’opera vorrà dire crearne degli altri. Solo la legge potrà dire quando assegneremo questi servizi, non sono io che detto le leggi in Italia – ancora, precisa – Stiamo lavorando insieme al ministero per fare in modo che quanto è stato firmato a Roma, cosa che ancora non ci è pervenuta oggi, vada a buon fine. Oggi abbiamo fatto una lunga riunione al ministero, se ci fosse un accordo tra i vari funzionari allora ci sarebbero tutti gli strumenti necessario per garantire il servizio, ma a mio avviso questo accordo ancora non c’è stato”

In mattinata il sindaco aveva dichiarato

 “Nell’arco di un anno e mezzo termineremo tutti i lavori. La metropolitana ha avuto un rallentamento di quasi sei anni perché avevamo un’area archeologica nella zona di Mercatello, ma poi abbiamo ripreso i lavori. Ci sono stati anche dei furti ad alcuni cavetti di rame alla Stazione Centrale e atti vandalici, ma questi problemi sono stati superati e i risultati sono stati sorprendenti. Ogni 20-30 minuti è prevista una corsa e la metro verrà messa in esercizio la prima settimana di Novembre. Tra gli obiettivi- aveva precisato –   c’è quello di concentrate tutti i pullman all’Arechi in modo che chiunque da là potrà prendere il mezzo e raggiungere il centro della città. Inoltre, siamo decisi ad allungare la tratta della metropolitana verso Sud, in direzione dell’Aeroporto di Pontecagnano, e verso Nord, attraversando Vietri sul Mare e Cava de’ Tirreni, per venire incontro a tutti gli utenti. Ci impegneremo anche per collegare la metropolitana al Campus di Fisciano, per venire incontro a tutti gli studenti che in questo periodo hanno avuto non pochi disagi per il trasporto locale. E’ un grande risultato per la nostra Regione. Cercherò di difendere con i denti le ragioni del Sud”

Di straordinaria occasione di integrazione del territorio parla invece il segretario generale della Cgil Campania, Franco Tavella che rivolge anche un invito a concludere quanto prima l’opera: “Bene l’avvio della metropolitana fino allo stadio Arechi, ora però occorre completare il tutto e collegare l’Università di Fisciano e la Valle dell’Irno”

La metropolitana di Salerno prevede 58 corse al giorno: otto saranno della linea Mercato San Severino-Salerno che saranno prolungate fino all’Arechi, le altre 50 saranno effettuate da treni Minuetto, ad alimentazione elettrica, con una capienza di 350 posti, di cui 150 a sedere. Addirittura nel periodo delle “Luci d’Artista” ci sarà la possibilità di utilizzare il Minuetto a due piani, il quale potrà trasportare 800 persone. Sono previste anche coincidenze, nella stazione Salerno centro, con i treni che vanno a Nocera e a napoli campi Flegrei.

Foto e articolo di Clemente Donadio

 

[nggallery id=243]

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA