Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

In caso di divorzio un giudice potrà decidere a chi affidare gli animali domestici

Scritto da Redazione il 23 settembre 2013 in Animali. Stampa articolo

animaliIn Italia più di una famiglia su due possiede un animale domestico. Ma cosa succede quando le coppie si separano?

Le deputate del Pdl Michela Vittoria Brambilla e Giuseppina Castiello hanno proposto un nuovo disegno di legge che si interessi dell’affidamento dell’animale domestico in caso di divorzio tra i due coniugi. Proprio come accade già per i figli, in assenza di un accordo tra le parti, spetterebbe al giudice decidere tra un affido condiviso o esclusivo, in base a chi potrà garantire il maggior benessere per l’animale.

In caso di affido esclusivo, l’animale e tutte le sue spese risultano a carico dell’affidatario. Se, invece, si ottiene l’affido condiviso, entrambi dovranno contribuire al suo mantenimento, in misura proporzionale al proprio reddito. La legge andrebbe a colmare un vero e proprio vuoto normativo; il codice, infatti, non prevede, al momento, nessuna direttiva su come comportarsi in caso di divorzio con gli amici a quattro zampe che, ormai, vengono considerati veri e propri membri della famiglia, in alcuni casi non diversamente da un figlio.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA