Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Diventa realtà la metanizzazione nella Valle del Calore, degli Alburni e dell’Alento

Scritto da Redazione il 28 settembre 2013 in Cilento. Stampa articolo

gas-fornello450Il 25 settembre scorso, su iniziativa del Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, si è tenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico un incontro tra una rappresentanza dei Sindaci cilentani, i Sottosegretari del governo Simona Vicari e il Prof. Claudio De Vincenti, nonché con la presenza dei parlamentari Valiante, lannuzzi e Marotta e l’assessore alle attività produttive Fulvio Martusciello, avente ad oggetto il programma di metanizzazione del territorio del Cilento.

L’incontro segue ad una precedente riunione indetta sempre dal Presidente della Regione Stefano Caldoro tenutasi a Salerno il 13 febbraio scorso con una rappresentanza di Sindaci dei comuni che avevano già ceduto all’Amalfitana Gas Srl il progetto di metanizzazione delle aree.

In tale occasione i rappresentanti del Governo e il Presidente della Regione si sono impegnati a finanziare il progetto di Metanizzazione del Cilento che consentirà finalmente di portare il gas naturale nei 73 comuni dell’area del territorio del Cilento a beneficio di oltre 300mila abitanti.

Di questi comuni ben 36 vedono come concessionaria l’Amalfitana Gas Srl, 29 la Cilento Reti Gas e 8 comuni devono ancora individuare il proprio concessionario.

Tra i comuni interessati dall’intervento vi sono quelli di: Agropoli, Albanella, Aquara, Bellosguardo, Campora, Capaccio, Castellabate, Ceraso, Cicerale, Cuccaro Vetere, Giungano, Laureana Cilento, Laurino, Lustra, Magliano Vetere, Moio della Civitella, Monteforte Cilento, Ogliastro Cilento, Omignano, Orria, Piaggine, Prignano Cilento, Rutino, S. Angelo a Fasanella, Sacco, Salento, Stio, Torchiara, Altavilla Silentina, Castel San Lorenzo, Castelcivita, Corleto Monforte, Pollica, Roccadaspide, Trentinara, Valle dell’Angelo.

AI tavolo tecnico ha partecipato – tra gli altri – anche il primo cittadino del Comune di Roccadaspide, Girolamo Auricchio, in rappresentanza di alcuni Amministratori assenti per motivi istituzionali.

A sostegno del progetto, che comporterà una spesa di circa 280 milioni di Euro, di cui la metà sarà a carico dei Concessionari privati, i rappresentanti del Governo e il Presidente della Regione Caldoro si sono impegnati a garantire un intervento in quota parte del 50% di quello a carico della parte pubblica. Le risorse finanziarie a carico dello Stato saranno individuate nel Documento di Programmazione Economica in discussione in Parlamento nel prossimo mese di ottobre.

Ad oggi è stata già attivata dalla Concessionaria Amalfitana Gas la realizzazione delle reti di distribuzione nei comuni di Agropoli, Capaccio e Albanella ed è stato altresì già realizzato l’adduttore per il trasporto del gas con un investimento privato di oltre € 30 milioni e con una forza lavoro di oltre 100 unità.

AI termine della riunione i rappresentanti del Governo hanno deliberato la costituzione di un tavolo tecnico con i rappresentanti dei Ministeri interessati nonché dei Sindaci e dei soggetti Concessionari, per la definizione di tutte le procedure tecnico-amministrative da porre in essere per il finanziamento del progetto.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA