Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’Agropoli cade sotto i colpi della capolista Savoia

Scritto da Redazione il 29 settembre 2013 in Evidenza. Stampa articolo

meloni_golAgropoli. I bianco-neri del Savoia vincono  al Guariglia contro l’Agropoli (3-1). Sin dal primo tempo con il sostegno della tifoseria hanno dimostrato saper prepotentemente dominare  i delfini che non danno l’impressione di poter raggiungere i loro avversari.

Dalla tribuna si eleva un coro di voci esultanti per il Savoia, scortato da oltre 1000 tifosi, che hanno incitato senza sosta i loro beniamini dall’inizio alla fine. Il Savoia scende in campo con il solito undici, mentre tra gli ospiti Pirozzi inserisce  dal primo minuto Guarro, ex di turno, lasciando in panchina Tarallo e Ragosta, seguendo lo schema 4-4-3.

I bianco neri tengono palla fin dalle prime battute e lasciano intendere subito quale sarà il tema della partita. La prima occasione è per capitan Scarpa, che  si fa anticipare da Capotosto in uscita.Quest’occasione è solo il preludio al goal che arriva all’11’. Tiscione dalla destra offre un bel tiro  per Carotenuto, che al centro dell’area insacca in rete.

L’Agropoli cerca di difendersi come può. Al 20’ i bianco neri del Savoia sfiorano il raddoppio con un colpo di testa salvato sulla linea da Capotosto. Nel momento migliore arriva all’improvviso il pari dei delfini. Il numero 9,  Vitale viene servito in profondità e tagliando davanti a Manzo si presenta a tu per tu davanti al portiere che  non può nulla. L’1-1 crea un sussulto di gioia per i tifosi dell’Agropoli che cercano di sostenere la propria squadra fino all’ultimo, mentre sale la tensione tra i tifosi del Savoia che tra insulti e minacce non accettano il pareggio.

Al 31’ è il solito Meloni del Savoia a segnare il secondo goal, con un colpo di testa su punizione di Carotenuto. Il Savoia esulta, tanto che poco prima della fine del primo tempo sigla anche il tris. E’ ancora Meloni a segnare dopo una mischia nell’area dell’Agropoli. Sul finire l’ex Torres ha sulla racchetta anche il poker, ma Capotosto salva ancora il risultato. Nella ripresa Pirozzi inserisce anche Tarallo e Staino per Capozzoli e Guarro, ma il risultato dell’incontro è sempre uguale.

Il secondo tempo parte fiacco, con il Savoia sempre all’attacco che cerca di rendersi pericoloso e in due occasioni cerca il goal ma senza fortuna. I delfini in attacco tentano due azioni ma che purtroppo non riescono a chiudere in rete. Ancora una volta ci riprova con un tiro di Palumbo al 40’ ma viene parato da Maiellaro. Il fischio finale determina la fine della gara senza grossi scossoni.

“E’ stata una partita molto difficile, indubbiamente abbiamo affrontato una squadra molto forte supportata anche da una accanita tifoseria – dichiara il presidente Cerruti – certo non mi sento di dire che abbiamo demeritato, sono un po’ dispiaciuto quello si, e penso che se avessimo almeno segnato il secondo goal la partita si sarebbe riaperta”. Anche il Mister Pirozzi dichiara: “ E’ evidente che ci siamo trovati di fronte ad una squadra molto forte. Bisogna lavorare molto, noi continueremo per la nostra strada, la tifoseria non ci interessa a noi interessa ciò che avviene sul campo”.

Alessandra Agrello

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA