Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

‘Sarno Tour’, il Movimento 5 Stelle denuncia lo stato di inquinamento del fiume con una gita sugli argini

Scritto da Redazione il 30 settembre 2013 in Politica. Stampa articolo

fiumesarnoSarno. Una pietanza è ottima se tutti gli ingredienti si amalgamano tra di loro. Metti una giornata festiva e soleggiata, un posto ameno quale è il Parco Cinque Sensi in località Foce a Sarno, metti la scenografia più bella del mondo: oltre cento disegni degli alunni delle elementari e delle medie, ed il piatto è servito.

A gustarlo sono stati i cittadini e le persone che hanno partecipato alla prima edizione del SARNO TOUR, oltre a un manipolo di deputati e senatori del Movimento Cinque Stelle: quali Angelo Tofalo, Paola Nugnes, Silvia Giordano, Sergio Puglia, Paola Colonnese, Luigi Gallo. Lo scopo del tour  era quello di denunciare lo stato di inquinamento del Fiume e dei suoi affluenti e proporre le idee per un suo disinquinamento. Partito da Castellammare verso le otto e mezza, il tour ha toccato Torre Annunziata, Scafati, Nocera, San Valentino Torio e si è concluso a Sarno.

Il gruppo locale del movimento grillino, ha abbinato al Sarno Tour un concorso di idee rivolto agli studenti del territorio sarnastro, ai quali si è chiesto di raccontare con immagini e parole come vedono il fiume e come avrebbero voluto che fosse. “Non ci aspettavamo una risposta di queste proporzioni” afferma l’attivista grillino Bruno Annunziata, “Ci sono pervenuti oltre 100 disegni, che sono stati usati come pannelli scenografici per la zona dell’anfiteatro del parco, una scenografia unica al mondo, stupenda che ha catturato l’attenzione di tutti gli ospiti e in particolare della senatrice Paola Nugnes che ha pubblicato alcuni disegni sul suo profilo di Facebook”. Anche se in ritardo sulla tabella di marcia, l’arrivo del torpedone coi parlamentari pentastellati ha suscitato una certa curiosità tra gli avventori del Parco, sia per la loro “normalità” sia per la loro disponibilità, infatti hanno pranzato nel parco coi cittadini (pranzo a sacco rigorosamento a km zero) e hanno improvvisato un incontro coi cittadini. La manifestazione si è conclusa con la visita all’acquedotto campano, che ha impressionato tutti.

“Un esperienza unica che da cittadino Sarnese non ho mai vissuto” afferma Gianpaolo Lizza, anche egli attivista del movimento di Grillo “Abbiamo imparato molte cose sull’importanza dell’acqua e del ruolo che il nostro territorio ricopre nel complesso meccanismo dell’acquedotto campano”. “I complimenti per le nostre bellezze paesaggistiche e per l’organizzazione della tappa ci riempiono di orgoglio” affermano Dina Ruggiero e Carmine Vastola, “e ci daranno la giusta carica per proseguire con le nostre iniziative sul territorio, a cominciare con le osservazioni sul documento preliminare del PUC che faremo all’Amministrazione Comunale, alla quale va il ringraziamento per averci concesso il patrocinio morale gratuito e per l’intervento della neo assessore all’ambiente Amendola”. Conclude Mimmo Bafurno: “Questo Sarno tour è stata una esperienza faticosa ma terribilmente emozionante , infatti la parola che sintetizza tutto il viaggio è “emozione” ed è questa nuova emozione che abbiamo vissuto intensamente , insieme agli altri attivisti della Valle del Sarno che ci farà agire all’unisono – per il bene di un organismo vivente morente ucciso ferito che cureremo come una creatura fino a vedere il fondo attraverso la limpidezza delle acque e dei nostri cuori”.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA