Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il buon riposo passa per le lenzuola. Meglio scegliere tessuti di qualità

Scritto da Redazione il 4 ottobre 2013 in TuttoCasa. Stampa articolo

lenzuolaLe fibre naturali garantiscono un miglior riposo notturno grazie alle loro proprietà  traspiranti. Scegliere i tessuti e i colori giusti aiuta nell’arredamento delle camere da letto.

Le fibre naturali sono fresche d’estate e calde d’inverno, perciò provocano un riposo migliore durante la notte. Per le lenzuola, puntate su set in cotone, seta o lino. La scelta giusta è sì questione di gusti, ma anche di pelle: al tatto risultano infatti molto diversi questi tessuti. Il cotone è il filato più diffuso. Fra i più pregiati quelli Makò di origine egiziana. Per quanto riguarda invece il tipo di tela, se vi piace una mano particolarmente morbida l’ideale è il percalle. Per chi preferisce un filato molto fine è consigliabile la pelle d’uovo che è una mussola finissima di cotone (o seta) che alla vista e al tatto ricorda appunto la pelle d’uovo. Il lino quando è nuovo o appena stirato può risultare un po’ rigido, ma è un effetto che passa molto in fretta ed è compensato da un’indiscutibile freschezza. Le parure in seta sono molto pregiate, ma per la particolare morbidezza sembrano scivolose; la soluzione potrebbe essere proprio una composizione mista con il lino.

In vista della stagione invernale, i colori più adatti per arredare la camera da letto sono soprattutto il beige, tortora, grigio e marrone, oltre che sul classico bianco che non guasta mai.

Per valutare la qualità di un tessuto è bene visionare le etichette dove viene riportato il numero dei fili: si tratta di un valore che indica quanti fili ci sono per pollice quadrato. Più alto è il numero, migliore è la qualità del tessuto.

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA