Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Anche L’Aquila espugna l’Arechi. Finisce 0-1, autorete di Siniscalchi. Sanderra: “Una sconfitta immeritata”

Scritto da Redazione il 6 ottobre 2013 in Evidenza,Salernitana. Stampa articolo

La-Curva-Sud-Siberiano-500x306Salerno. Brutta partita quella che si è disputata oggi allo stadio ‘Arechi’. La Salernitana, reduce dalla vittoria in Coppa Italia lo scorso mercoledì, ha ospitato i rossoblu de L’Aquila.

Confermate le formazioni pronosticate alla vigilia, schierato da mister Sanderra il 4 – 3 – 1 – 2 vincente a Barletta. L’Aquila risponde con un solido 4 – 4 – 2, con De Sousa e Frediani offensivi. Nonostante un terreno di gioco molto danneggiato dalla pioggia di oggi, la Salernitana inizia bene, rendendosi subito propositiva. La prima occasione si registra al 5′ minuto quando un tiro da fuori area di Esposito viene deviato in angolo dal portiere Testa. Al 10′ si fa sentire anche L’Aquila: Carcione batte una punizione conquistata fuori area direttamente in porta, ma il tiro si alza sopra la traversa. Al 20′ azione personale di Gustavo che è bravo a recuperare una palla al limite dell’area avversaria, cerca la conclusione solitaria che esce a lato di un soffio. Risponde L’Aquila al 25′ con De Sousa che riesce a spizzare di testa una cross dalla sinistra che va di poco alto sulla traversa. Un minuto dopo è Volpe che ci prova da fuori area con un rasoterra ancora fuori. Al 35′ Dallamano lascia partire un siluro da fuori area che solo il guantone di Iannarilli riesce a toccare e  a mandare in angolo. Due minuti dopo occasionissima per Gustavo che riesce a intercettare la palla su un passaggio troppo lungo dell’avversario, va alla conclusione dal limite dell’area destinando il pallone all’incrocio dei pali, ma Testa in volo compie un miracolo. Finisce, così, il primo tempo senza recupero. Non pervenuti Guazzo e Ginestra.

Nella ripresa, continua l’attacco della Salernitana che, però, risulta sempre lento e prevedibile. L’Aquila difende con 8 uomini dietro la linea della palla, lasciando avanzati solo De Sousa e Frediani che ad ogni occasione si fanno trovare pronti a ripartire. Da una di queste ripartenze nasce al minuto 26 l’episodio del vantaggio rossoblu. Calcio di punizione defilato dalla tre quarti, se ne incarica il solito Carcione che crossa verso l’area, Iannarilli esce, ma il rimpallo troppo corto favorisce gli ospiti, aiutati anche dalla zampata di Siniscalchi che devia il pallone nella propria porta. L’Aquila è in vantaggio. La squadra ospite si chiude ulteriormente per difendere il prezioso risultato. La Salernitana prova a reagire ma scarse sono le idee e le forze; nemmeno gli ingressi in campo di Ricci, Mendicino e Rizzi fanno la differenza. Finisce, così, la partita con L’Aquila che porta a casa 3 punti preziosissimi e con la Salernitana che dovrà interrogarsi su come rimediare a queste due sconfitte casalinghe consecutive.

In conferenza stampa interviene mister Sanderra che, dal canto suo, non sente la sua panchina traballare. “Questo risultato non rispecchia la partita giocata quest’oggi” esordisce il mister “Certo la nostra non è stata una prestazione brillantissima, ma la sconfitta è immeritata. Loro hanno interpretato bene la partita, hanno giocato bassi e si sono difesi, sfruttando un calcio piazzato per passare in vantaggio. Sicuramente c’è stato un nostro errore sull’episodio del gol, siamo stati disattenti e, soprattutto, non abbiamo avuto la lucidità per arrivare a mettere la palla in rete anche se di occasioni ne abbiamo prodotte molte. Cercheremo di risolvere i problemi lavorando ancora di più”.

Infine, ai tifosi che hanno assistito, numerosissimi come sempre (7404 gli spettatore sugli spalti) alle due sconfitte dell’Arechi, mister Sanderra dice di non mollare e di rimanere uniti perché i risultati arriveranno presto anche in casa.

Salernitana: Iannarilli, Luciani, Piva, Montervino (30′ st Mendicino), Tuia, Siniscalchi, Vagenin (40′ st Rizzi), Esposito, Ginestra (20′ st Ricci), Volpe, Guazzo. All.: S. Sanderra. A disposizione: Berardi, Sbraga, Molinari, Capua.

L’Aquila: Testa, Scrugli (12′ st Gizzi), Dallamano, Carcione (32′ st Triarico), Zaffagnini, Pomante, Corapi, Del Pinto, De Sousa, Ciciretti (25′ st Ciotola), Frediani. All.: G. Pagliari. A disposizione: Addario, Di Maio, Ferrante, Infantino.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Emanuele Bellagamba (sez. Macerata) – Leonardo Camillucci (sez. Macerata).

 

Federica Aloise

 

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA