Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cava de’ Tirreni. Gli artisti e la musica di ‘Beatscape’ alla rassegna internazionale del MARTE

Scritto da Redazione il 14 ottobre 2013 in Musica. Stampa articolo

beatscapeCava de’ Tirreni. Riparte ‘Beatscape‘, la rassegna internazionale di musica indipendente giunta alla III edizione. Da ottobre 2013 ad aprile 2014, saranno 7 gli appuntamenti che vedranno protagonisti, alla Mediateca Arte Eventi di Cava de’ Tirreni, Ryland Bouchard (Usa), Erin K (Regno Unito), Gillian Grassie (Stati Uniti), Blackie & The Oohoos (Belgio), AlascA (Olanda), Pastacas (Finlandia), Sweet, Sweet Moon (Austria).

Ogni serata sarà introdotta da un giornalista, un promoter, un critico musicale o uno speaker radiofonico del territorio, per offrire una chiave di ascolto dell’artista. Prima del concerto, spazio alle realtà emergenti del panorama campano, quali Mr Milk, Sonatin for a jazz funeral, Bogo, Tommaso Primo, Dilis, Antunzmask + Healty God, Rocco De Paola.

Alfonso Amendola, direttore artistico del Marte, spiega: “Beatscape è un fiore all’occhiello del Marte. E per tre motivi. In primo luogo per il valore puramente estetico (la proposta di una scelta musicale di respiro internazionale che porta al Marte alcuni tra i nomi più significativi della musica indipendente). In seconda battuta mi fa piacere sottolineare che gli appuntamenti della rassegna si sono in questa edizione “trasformati” in un vero e proprio festival con una precisa “identità e coesione di genere”. Un festival dislocato nel tempo che già dal prossimo anno avrà una formula ancora più articolata ed avvincente. Un terzo motivo, infine, è rappresentato dalla crew che gravita attorno a Beatscape: organizzazioni indipendenti, radio libere, l’Ateneo di Salerno e tantissime altre figure di giovani professionisti che lavorano con lena e passione a questa, consentitemi il termine, straordinaria avventura che si chiama Beatscape”.

Si parte il 18 ottobre, con Ryland Louis Bouchard, cantante e musicista americano che ha subito gli influssi della musica folk, elettronica, jazz, psichedelica e rock d’avanguardia. Precedentemente conosciuto per aver registrato con la casa di produzione ‘the Kill Rock Stars’ nel gruppo ‘The Robot Ate Me’, è stato etichettato dal sito di musica indipendente Daytrotter come “una delle menti più creative e spaventose della nostra generazione” e da Spin Magazine come “semplicemente brillante, sconcertante e alquanto non commerciale”.

La rassegna prosegue venerdì 15 novembre con Erin K considerata una delle artiste più popolari delle scene londinesi e autrice di testi estremi e non convenzionali. Il 13 dicembre è la volta di Gillian Grassie, arpista statunitense, attualmente in tour internazionale. Di lei, il premio Grammy Award, Marc Cohn, ha detto che “è raro ascoltare una giovane cantautrice così carica di sentimento e anche più raro sentire un’arpa con un groove così profondo e calzante. Sono stato conquistato subito dal suo sound”.

Il 31 gennaio 2014 la rassegna continua con le sorelle Loesje e Martha Maieu, talentuose polistrumentiste e colonne portanti del progetto “Blackie & The Oohoos”. Il 20 febbraio, a calcare il palco del MARTE, gli AlascA, una tra le band più rispettate della scena folk europea, originaria della città di Volendam, Olanda. I membri della band sono Frank Bond (voce, chitarra, basso), Ferdinand Jonk (chitarre acustiche, banjo, voce), William Bond (testiera, voce) e Louis van Sinderen (batteria, percussioni). Gli ultimi due artisti sono Pastacas alias Ramo Teder, il 28 marzo, e Sweet Sweet Moon il 4 aprile.

Con ‘Beatscape’ il MARTE intende porre Cava de’ Tirreni come pivot del Sud Italia su cui far orbitare esperienze di produzione indipendente significative e tendenze musicali attive nel panorama mondiale. L’idea di base risponde ad un’intenzione ben precisa: stimolare e favorire l’incontro di percorsi artistici diversi, amplificare la ricerca e il fermento musicale che vive e abita la Campania e favorire lo scambio culturale tra gli artisti emergenti italiani e stranieri.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA