Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Vittoria in extremis per la Battipagliese nel derby contro la Cavese. Finisce 3 a 2 al “Simonetta Lamberti”

Scritto da Redazione il 1 dicembre 2013 in Calcio,Evidenza. Stampa articolo

battipaglieseCava de’ Tirreni. Finisce 3 a 2 per gli ospiti, il derby disputatosi oggi al ”Simonetta Lamberti”, tra la Cavese e la Battipagliese. Bene cinque goal messi a segno, quattro dei quali nella prima frazione di gioco, conclusasi in parità, e con la Battipagliese in dieci uomini, ma che nonostante ciò ci crede per tutto il match e al 90′ beffa gli aquilotti in contropiede.

La squadra allenata da mister Chietti, si schiera con il consueto 4-2-3-1 con il trio formato da De Rosa e i due Palombo, Luigi e Cosimo, ad agire dietro l’unica punta Luciano, classe ’97 preferito a Kabangu. Squillante risponde con il solito 4-3-3, nonostante le tante assenze prima fra tutte quella di capitan Manzo. Al suo posto in attacco Odierna con Boldrini e Olcese. La Cavese nonostante i 7 risultati utili di fila, non vince conto la Battipagliese addirittura dal 1971, e ha provato oggi a sfatare questo tabù, contando sull’apporto del pubblico accorso al “Simonetta Lamberti” per il tanto atteso derby. Derby a cui ormai è abituata la Battipagliese, che nelle tre giornate precedenti ha affrontato Pomigliano, Savoia e Agropoli. Anche per gli ospiti pubblico numeroso, per quello che è tra i pochi derby con trasferta libera per gli ultras. Tra le due tifoseria non si sono registrati scontri significativi, al di la di qualche tensione prima dell’inizio della gara, con il lancio di fumogeni, da parte dei tifosi di casa, nel settore occupato dei sostenitori bianconeri.

Sotto una pioggia battente, alla prima occasione di gioco al 7′ i bianconeri passano in vantaggio, grazie ad Alleruzzo, bravo ad approfittare di un errore difensivo. Sul cross dalla destra di Fricano, De Luca smanaccia la palla, ingannato dalla traiettoria del pallone sporcata dal vento, Alleruzzo si fa trovare pronto e col portiere a terra insacca a rete praticamente vuota, dopo di che, corre a festeggiare sotto la curva bianconera. Cinica, in questo caso, la squadra ospite che sfrutta al meglio la prima occasione della partita. Il terreno di gioco, complice la pioggia incessante, non è in buone condizione, come dimostra l’errore dalla bandierina di capitan De Rosa, che scivola al momento del cross. La Cavese nonostante il goal subito non si demoralizza e inizia rendersi pericolosa, soprattutto sulla sinistra con Luigi Palumbo che mette in gran difficolta Anzalone, costretto più volte al fallo, e ammonito proprio per un intervento sul numero 11 dei metelliani al 17′. Un minuto più tardi Kevin Teti ci prova di testa su cross di Anzalone dalla sinistra, ma trova l’ottima risposta di De Luca che devia in angolo. Gli aquilotti però sono vivi, e al 23’ lo dimostrano, pareggiando i conti, con la scivolata di Luciano che vale l’1 a 1. L’azione nasce sempre sulla destra con De Rosa che dopo aver superato un avversario, mette in mezzo un preciso cross rasoterra che il giovane ’97 deve solo appoggiare in porta, prima di esprimere tutta la sua gioia correndo, anche lui, sotto la curva dei suoi sostenitori. Soltanto un minuto più tardi, la situazione si complica ancor di più per gli ospiti, perché un ingenuo Anzalone, falcia Luigi Palumbo ricevendo il secondo giallo che gli costa l’espulsione. Mister Squillante corre ai ripari, passando al 4-4-1, con Odierna a fare il terzino sinistro. Ma gli aquilotti capiscono che è il momento giusto per affondare il colpo e ci provano con De Rosa, che conclude di poco alto da posizione defilata, prima di trovare il goal del vantaggio al 36’, sull’asse Luigi – Cosimo Palumbo. La dinamica dell’azione è identica al primo goal, con Luigi Palumbo che sguscia via sulla fascia destra e mette in mezzo un cross basso per Cosimo Palumbo che deve solo appoggiare in rete. In poco meno di un quarto d’ora i padroni di casa ribaltano il risultato. I bianconeri non si perdono d’animo e sfiorano il goal al 39’ con Sodano che riesce a colpire a rete dopo una mischia in area di rigore, ma trova Parisi, che salva sulla linea di porta. Risponde subito dopo la Cavese, con l’ennesima azione sulla destra e l’ennesimo pallone messo dentro da capitan De Rosa, su cui però, questa volta, non arriva per un pelo Luciano. Quando ormai la prima frazione di gioco sembra conclusa, il “Tota” Olcese guadagna un calcio di rigore dopo un’ottima azione personale. Il bomber bianconero, ruba palla sul disimpegno avversario e punta Parisi, che lo stende in aria, per il sig. Sassoli di Arezzo, non ci sono dubbi. Lo stesso Olcese dal dischetto batte De Luca e sigla il pareggio. Si conclude cosi un bellissimo primo tempo, pieno di occasioni da una parte e dall’altra.

A inizio ripresa Squillante decide di cambiare Odierna, adeguato dopo il rosso ad Anzalone, nella posizione di terzino sinistro, per far entrare un difensore di ruolo, Fiorillo. La pioggia intanto non cessa e le condizioni di gioco sono sempre peggiori. A differenza del primo tempo, nella seconda frazione di gioco, le squadre giocano a ritmi più blandi e nessuna delle due sembra voler affondare il colpo, con la Battipagliese a difendere e la Cavese ad attaccare, ma senza troppa convinzione. Al 54’ci prova Olcese, che servito da Alleruzzo, prova il tiro a giro, ma la palla finisce alta. Va alla conclusione, questa volta per i padroni di casa, anche De Rosa che però trova pronto Bianco il quale blocca la sfera. Al 72’ mister Chietti, prova il tutto per tutto, inserendo Kabangu e passando al 4-3-3 per approfittare dell’uomo in più e provare a portare a casa la partita. L’attaccante congolese, prova subito a farsi sentire e sulla sponda di Cosimo Palumbo batte a rete, ma trova il provvidenziale intervento in scivolata di Fricano che salva il risultato. I padroni di casa alzano il baricentro, esponendosi al contrattacco, ma non trovano il goal e anzi, quando ormai la partita sembra finita al ’91 arriva la beffa per gli aquilotti. Proprio su una ripartenza, Olcese porta palla nella metà campo avversaria, lasciando dietro i difensori bianco blu, prima di trovare uno splendido corridoio per Alleruzzo che a tu per tu con De Luca lo batte con un delizioso tocco sotto, facendo esplodere la curva bianconera e tutta la panchina. Grandissima azione del “Tota” ma grandissimo anche l’inserimento di Alleruzzo, che oggi ha veramente impressionato. Prima della fine c’è tempo ancora per un disperato assalto dei padroni di casa che però si scontrano ancora una volta sul “muro” Fricano, autore anche lui di una splendida prestazione. Al fischio finale dell’arbitro esplode la gioia dei bianconeri che corrono sotto la curva a ricevere il caloroso abbraccio dei tifosi, scatenato anche mister Squillante che si fa tutto il campo di corsa per andare a festeggiare. Ampia contestazione invece per i padroni di casa, con capitan De Rosa, costretto ad andare a calmare gli animi degli ultras bianco blu, i quali però continuano la contestazione per aver perso il derby contro gli odiati rivali. Alla fine la squadra rientra negli spogliatoi a testa bassa, con il numero 10 degli aquilotti visibilmente scosso.

Grandi meriti sicuramente vanno alla Battipagliese, che ancora una volta ha dimostrato di avere gran cuore e di non arrendersi mai lasciando sempre tutto sul campo, proprio come i tifosi chiedevano dopo alcune prestazioni sicuramente non brillanti dal punto di vista della cattiveria agonistica. Secondo derby e seconda vittoria di seguito per bianconeri che proseguono così la corsa alla zona play-off rinfrancati da questa vittoria, arrivata in rimonta, con un giocatori in meno e con molte assenze. Brusco stop per i padroni di casa, che concludono la striscia di risultati utili, forse nella partita peggiore per i tifosi, che non vedono una vittoria contro i cugini da 42 anni. La squadra di Chietti deve sicuramente fare mea culpa, soprattutto per non aver sfruttato l’uomo in più, dopo aver ottimamente reagito al goal subito in apertura. Si ci aspettava sicuramente un atteggiamento diverso nel secondo tempo, mentre gli aquilotti sono sembrati spenti e senza convinzione. Si complica, quindi l’inseguimento alle prime della classe per la Cavese, che deve ora dimostrare di saper reagire alla sconfitta odierna già dal prossimo match a Gioia Tauro contro la Nuova Gioiese.

Tabellino

 Cavese (4-2-3-1): De Luca; Manna, Parisi, Manzi, Ostieri; Palumbo C., Lordi, Raffone (26’st Kabangu); De Rosa, Luciano (10’st Pisani), Palumbo L. (20’st Rinaldi). A disposizione: Loffredo, Giordano, Cirillo, Piscopo, Russo, Viviano. Allenatore: Chietti


Battipagliese (4-3-3):
 Bianco; Fricano, Barbato, Sodano, Anzalone; Alleruzzo, Cammarota, Teti (8’st Izzo); Odierna (1’st Fiorillo), Boldrini, Olcese. A disposizione: Napolitano, Fricano, Granato, Volpe, Donisa, Pivetta, Volzone. Allenatore: Squillante

Arbitro: Sassoli di Arezzo (Pacifico-Basso)

Reti: 7’pt Alleruzzo, 23′ Luciano, 35′ Palumbo Cosmo, 47′ Olcese su rigore; 46’st Alleruzzo

Note: 1500 spettatori circa. Espulso al 25’pt Anzalone. Ammoniti: Alleruzzo, Fiorillo, Fricano, Manna, Parisi. Recupero: 3’pt; 4’st.

 

Marco Inverso

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA