Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Lettura e matematica: bocciati gli studenti del sud Italia

Scritto da Redazione il 3 dicembre 2013 in Attualità. Stampa articolo

studentiDall’indagine Ocse Pisa 2012, che misura le competenze dei quindicenni in matematica, scienze e lettura, emerge che l’Italia ha risultati sotto la media nonostante i progressi registrati nelle materie scientifiche.

Gli studenti di Trento, Friuli Venezia Giulia e Veneto sono tra i più bravi al mondo in matematica, mentre nel Sud Italia si registrano risultati in generale al di sotto della media italiana. Lo stesso vale per la lettura e le scienze, con gli studenti del nord che hanno ottenuto punteggi al di sopra della media Ocse e quelli del centro, ma ancora più del sud, che con punteggi al di sotto della media. Nello specifico, per quanto riguarda la lettura, a fronte di una media Ocse di 496 punti, gli studenti del nord ovest hanno ottenuto 514 punti, quelli del nord est 511, quelli del centro 486 e quelli del sud e delle isole dai 475 punti in giù, a eccezione della regione Puglia i cui studenti possono vantare 493 punti.

La situazione è praticamente identica per le scienze: la media Ocse e’ di 501 punti, gli studenti del nord ovest l’hanno superata con 521 punti, come quelli del nord est, che hanno addirittura ottenuto 524 punti, mentre i ragazzi del centro si sono fermati a 493 e quelli del sud e delle isole si sono aggiudicati un punteggio che va da 468 in giù, ma sempre con la Puglia che esce dal gruppo con 483 punti.

Per quanto riguarda il dato generale della lettura, l’Italia rimane, per punteggio (490), sotto la media Ocse (496), ma si registra stabile ai livelli del 2000, dopo un declino registrato tra il 2000 e il 2003. In questa competenza, le ragazze ottengono risultati migliori dei ragazzi.

Per quanto riguarda il dato italiano generale, i punteggi medi in matematica, lettura e scienze dei quindicenni sono tutti largamente inferiori alla media Ocse anche se il nostro è uno dei Paesi che hanno registrato i più notevoli progressi in matematica e scienze: il dato italiano (485 punti) resta al di sotto della media Ocse (494) di ben nove punti, ben lontano da quel 613 che consegna la palma ai quindicenni di Shanghai.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA