Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mercato San Severino solidale con le famiglie disagiate: in regalo per natale 92 buoni spesa

Scritto da Redazione il 5 dicembre 2013 in Evidenza,Valle Irno. Stampa articolo

f2beece3955d4b1587a543c2538aa9Mercato San Severino. Nell’ambito del progetto “Essere Solidali”, che prevede l’elargizione di contributi non diretti, in favore di concittadini in particolari condizioni di disagio, l’Assessorato alle Politiche Sociali ha erogato, nell’approssimarsi delle festività natalizie, novantadue buoni spesa da utilizzare presso esercizi alimentari autorizzati. Lo ha detto l’assessore alle Politiche Sociali Angelo Zampoli.

“Siamo riusciti a far prevalere”, aggiunge il sindaco Giovanni Romano, “l’opportunità di esprimere solidarietà e sostegno concreto  ai cittadini indigenti, nonostante il necessario contenimento della spesa,  la riduzione dei contributi extrabilancio alle casse comunali in seguito ai tagli ed alle criticità che hanno penalizzato e stanno penalizzando tutti  gli Enti Locali italiani”.

“Il progetto “Essere Solidali” – ha spiegato l’assessore –“si pone l’obiettivo di alleviare in minima parte la situazione di precarietà economica di diverse famiglie, difficoltà significativamente aumentata a causa della contingenza economica degli ultimi anni. Questo tipo di aiuto, che riusciamo a dare periodicamente, consiste nell’erogazione di buoni mensa, buoni trasporto scolastico, buoni spesa e riduzione dei tributi comunali. Con l’approssimarsi delle festività natalizie abbiamo voluto offrire a queste famiglie svantaggiate una piccola ma concreta testimonianza per rendere loro meno gravoso il problema della spesa alimentare in questi giorni festivi. Con questa concessione, ci auguriamo di donare un sorriso  a tante persone sfiduciate”.

“Il nostro compito” –ha concluso l’assessore Zampoli” –“è proprio quello di monitorare e valutare le problematiche dei cittadini bisognosi di aiuto e di porre particolare attenzione alle situazioni più drammatiche. Riesce sempre più difficile risolvere i casi di precarietà dei nuclei familiari, considerato che il fenomeno è in significativa crescita, ma siamo impegnati quotidianamente a mettere in campo le soluzioni possibili nell’obiettivo di alleviare la sofferenza dei nostri concittadini”. 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA