Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mercato San Severino. Il Consigliere D’Aponte scrive al Presidente Iannone: “Ci sono troppe buche”

Scritto da Redazione il 10 dicembre 2013 in Valle Irno. Stampa articolo

lavori-in-corso_stradaMercato San Severino. Il Consigliere comunale della città di Mercato San Severino, Gerardo D’Aponte, ha messo in evidenza le pessime condizioni del manto stradale lungo la Strada Provinciale 122. Questo è anche quello che si evince dalla lettera inoltrata al Presidente della Provincia Antonio Iannone a firma del sindaco Giovanni Romano e dell’assessore alla Gestione del Patrimonio e Riqualificazione dei Centri abitati e del Territorio, Eduardo Caliano.

 

In merito alla vicenda D’Aponte ha dichiarato: “Giungono al Comune e verifico personalmente nel territorio del quale faccio parte, molteplici lamentele da parte dei residenti della frazione Monticelli di Sotto, che denunciano problemi strutturali alle proprie abitazioni, causati, sembra, dal transito degli autoarticolati che percorrono la strada provinciale SP 122 (tratto via Monticelli di Sotto). Lungo il suddetto tratto di provinciale il tappetino d’usura risulta irreversibilmente deteriorato e la sede stradale compromessa da innumerevoli lesioni e buche, ripristinate, durante le operazioni di manutenzione e gli interventi di messa in sicurezza, solo attraverso semplici rappezzi.”

 

Anche l’assessore Calieno riguardo la questione ha dichiarato: “Il transito degli autoarticolati sembra sia causa dei problemi strutturali connessi alla trasmissione di vibrazione sugli edifici prospicienti la strada, generando la formazione e la diffusione di lesioni. Considerato il cattivo stato in cui versa la pavimentazione stradale ed il continuo transito di veicoli pesanti a velocità elevate, è prevedibile che a causa delle continue sollecitazioni non ordinarie il quadro fessurativo in cui versano i fabbricati non possa che ulteriormente peggiorare, compromettendone l’usabilità e, a lungo termine, mettendo a rischio l’incolumità degli abitanti.”

 

Nella lettera inoltrata ad Antonio Iannone si legge: “Si richiede un repentino intervento auspicando il ricorso a soluzioni tecniche capaci di garantire una maggiore aderenza superficiale dei corpi alla pavimentazione, affinché sia in frenata che durante la circolazione non si verifichino più problemi di trasmissione di sollecitazioni. Si segnala altresì l’esigenza del rifacimento della segnaletica stradale sia verticale che orizzontale che nel tratto in questione prescriva ai mezzi pesanti il rispetto di limiti di velocità più restrittivi.”

 

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA