Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Eccellenza. Sarnese e Angri allungano sulla Virtus fermata nel derby dalla Pro Scafatese. Poseidon e Calpazio ancora ko

Scritto da Redazione il 16 dicembre 2013 in Calcio. Stampa articolo

eccellenzaLa quattordicesima giornata del campionato di Eccellenza Campana 2013 girone B, conferma la Sarnese al comando in solitaria, grazie alla netta vittoria sul Sant’Antonio Abate, per a 4 a 1. Si mantiene a solo un punto di distanza, l’Angri, che in casa non sbaglia contro la Palmese, risolvendo la pratica nel secondo tempo. Delude le aspettative il derby di Scafati, fra Virtus e Pro Scafatese, con uno 0 a 0 che non serve a nessuna delle due formazioni. La Virtus, che fino a poche settimane fa comandava il campionato si trova ora a rincorrere le prime due. Ancora un k.o per la Calpazio, che subisce la rimonta del Massa Lubrense nei minuti finali, e per il Poseidon, che incassa il poker del Sant’Agnello. Seconda vittoria consecutiva per il Faiano che sembra aver superato definitivamente il periodo di crisi.

Come detto, l’Angri di mister Di Nola, sbriga senza troppi problemi la pratica Palmese, con due goal nella ripresa. Dopo un primo tempo, con svariate occasioni da una parte e dall’altra, i padroni di casa, passano in vantaggio al 50′ grazie al goal del baby Palumbo. La rete arriva sugli sviluppi di un corner, nato da un salvataggio in extremis della difesa ospite sull’ottima azione creata dall’asse Incoronato – Schettino. Sull’angolo battuto da i padroni di casa, Merone salva sulla linea, non potendo fare nullo sul successivo tap-in di Palumbo, che fa esplodere di gioia i propri supporters. Dopo il goal, l’Angri arretra il baricentro e si limita a controllare il match, trovando nel finale anche la seconda rete, grazie a una splendida punizione di Della Femmina. Da segnalare anche l’espulsione al 40′ di Schettino.

Non riesce a tenere il passo della squadra di Angri, la Virtus Scafatese, che impatta in un match ad alta tensione contro la Pro Scafatese. Davanti a 700 spettatori, le due squadre di Scafati si dividono la posta in palio, con uno 0 a 0 che rispecchia la partita giocata dalle due squadre, forse più attente a non subire che a segnare il goal decisivo. Migliore l’approccio alla partita della Pro, che impedisce alla Virtus di fare il proprio gioco. I padroni di casa avvertono la mancanza di un supporto per Marcucci, troppo isolato in avanti per poter incidere. La Virtus in realtà il goal lo segna al 21′ ma Ascione, al momento della deviazione vincente è in fuori gioco e l’arbitro annulla. Nella ripresa è decisivo al 33′ l’intervento di Nasta, portiere della Pro Scafatese, scuola Salernitana, che respinge la punizione di Ferrentino diretta all’incrocio dei pali. Nel finale gli ospiti provano il colpaccio, con Lupacchio che sul cross di Teta, impegna seriamente Gallo.

Vince la seconda gara di seguito il Faiano, che ritorna a guardare alle zone alte della classifica. A decidere la sfida contro la Vis Ariano è il goal di Cimbele che al 37′ sfrutta la prima occasione utile per passare in vantaggio e poi difende bene il risultato, sfiorando diverse volte il raddoppio, rischiando qualcosina solo nei minuti finali. La squadra allenata da Turco, che conferma il 3-5-2, passa in vantaggio grazie a una bella azione di Nunziata, che dopo aver superato elegantemente Guardabascio, mette dentro un pallone delizioso, che Cimbele deve solo appoggiare in rete. Gli ospiti finiscono la partita in 10 uomini in virtù dell’espulsione di Santosuosso, per doppia ammonizione.

Sprofondano invece, la Calpazio e il Poseidon. La squadra di Balzano, sempre più fanalino di coda, cade ancora una volta fra le mura amiche,  in quella che è stata forse, la migliore partita del campionato disputata dei padroni di casa. La Calpazio, domina per gran parte della gara, passando in vantaggio al 17′ grazie al goal di De Cesare, che prima supera con un bel pallonetto Fiorentino, e poi conclude in rete resistendo alla pressione di Cappiello. Gli ospiti per un’ora di gioco non producono praticamente niente, rischiando di prendere il secondo goal, se non fosse per l’imprecisione di Discepolo, che si divora si divora la rete a tu per tu con Fiorentino. Nella ripresa inevitabilmente, la Calpazio cala d’intensità, e subisce il pareggio al 39′ grazie alla rete, sul filo del fuorigioco, di Aiello. Ma non è finita qui, perchè al 44′ il potente diagonale di Cacace beffa Bufano, e condanna i padroni di casa all’ennesima sconfitta.
Discorso diverso, ma stesso risultato per il Poseidon, che incappa in una sonora sconfitta in casa del Sant’Agnello. I padroni di casa approfittano degli errori del portiere avversario Serra, che regala i primi due goal a Gargiulo e Arcobelli. Come se non bastasse, il Poseidon, si prende il lusso di sbagliare un calcio di rigore, con Di Lucia che calcia debolmente in mano a Uliano. I padroni di casa possono così arrotondare ancor di più il risultato nella ripresa, con Ferraro e di nuovo con Gargiulo. Terzo k.o consecutivo per gli ospiti, che sprofondano sempre di più nelle parti basse della classifica.

 Completano il quadro della giornata i seguenti risultati: 

Eclanese – Lib. Stabia 2 – 2

Mariglianese – Cicciano 1 – 1

Sarnese – Sant’Antonio Abate 4 – 1

La classifica del girone B, vede quindi al primo posto con 32 punti la Sarnese, seguita dall’Angri a 31 e dalla Virtus a 29. Al quarto posto tiene botta la Libertas Stabia con 28 punti. Si complica la situazione del Poseidon che con 11 punti è terz’ultimo, seguito poi dal Cicciano a 10. Chiude la classifica la Calpazio con soli 5 punti.

 

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA