Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salerno. Divergenze gestionali nella Confesercenti. Russo: “Iscritti abbandonati da Bottiglieri”

Scritto da Redazione il 21 dicembre 2013 in Salerno. Stampa articolo

download-8Salerno. “I miei associati non si sentono più rappresentati e tutelati dall’attuale modo di  gestire  la struttura associativa  a salvaguardia  e tutela delle nostre attività ”, tuona così il presidente provinciale Fiesa Confesercenti Carmine Russo.

Dopo le molteplici divergenze gestionali e sindacali, comunicate in tutti questi mesi al presidente provinciale confesercenti  Enrico Bottiglieri , sulla necessità di rappresentare al meglio le esigenze operative e sindacali a tutela dei commercianti, il presidente Russo dichiara: “ nulla e’ stato fatto per venire incontro alle difficoltà  evidenziate dalla categoria”  ed ancora “ lamentiamo  l’indifferenza e la mancata tutela dei nostri interessi legittimi”.

Russo con un punto di amarezza e rabbia comunica che si è in procinto di valutare se ci siano ancora in essere i presupposti e le condizioni volti a garantire che il cammino insieme sia proficuo per gli interessi reali degli associati, affinché l’appellativo di presidente  provinciale non resti un semplice epiteto.

“Non è possibile – continua Russo – che dopo lotte importanti fatti dalla  fiesa – confesercenti  e dopo che la mia persona si è esposta con il proprio operato a tutela di colleghi esercenti, rompendo finanche equilibri importanti,  gli stessi iscritti siano operativamente e sindacalmente abbandonati dalla struttura guidata da Enrico Bottiglieri.

Il commercio – conclude il presidente provinciale Fiesa – sta vivendo un momento difficile, il fine dell’associazione di categoria deve essere il singolo imprenditore, questo non avviene, difatti,  macellai, pasticcieri, panettieri ed altre categorie alimentari mi chiedono più tutela e risposte, hanno diritto ad averle in quanto soci, quindi lotteremo per ottenere questo e se necessario non  abbandoneremo chi crede nella nostra squadra, a costo di separare l’operatività della nostra attività sindacale in una sede diversa da quella attuale della Confesercenti  provinciale di Salerno”.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA