Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Pontecagnano Faiano. Banco Alimentare Campania, domani la presentazione al Palazzo di Città

Scritto da Redazione il 6 febbraio 2014 in Picentini. Stampa articolo

banco_alimentare_mediumPontecagnano Faiano. Domani sarà presentato il progetto “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita” presso il Palazzo di Città alle 10. In particolare, verrà illustrato il servizio di sussidio alimentare proposto dall’Associazione Banco Alimentare Campania ed approvato nei giorni scorsi dalla Giunta municipale, su impulso del sindaco Ernesto Sica e dell’assessore alle politiche sociali Francesco Pastore.

Intanto, c’è tempo fino al prossimo 10 febbraio per presentare l’istanza di adesione all’avviso pubblico per la formazione di un elenco di nuclei familiari bisognosi di Pontecagnano Faiano per l’ammissione al sussidio, che sarà erogato con cadenza mensile (escluso agosto), a decorrere dalla data di approvazione della graduatoria dei beneficiari.

Il servizio è rivolto a circa duecento nuclei familiari che si trovano in condizioni economiche disagiate e che, al momento della presentazione della domanda, siano residenti da almeno 12 mesi, dalla pubblicazione dell’avviso, nel comune di Pontecagnano Faiano e abbiano un reddito Isee, relativo all’anno 2012, inferiore o uguale ad euro 6.246,89 equivalente alla pensione minima Inps dei lavoratori dipendenti riferita al mese di gennaio 2012. L’ente si riserva di adeguare il numero di famiglie beneficiarie in funzione delle derrate alimentari disponibili e nel limite delle risorse economiche stanziate. I richiedenti potranno presentare l’istanza, entro le ore 12,00 del 10 febbraio, secondo le modalità dell’apposito avviso e tramite il modello di domanda presente sul sito istituzionale www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it o ritirabile presso i Servizi sociali comunali, debitamente compilato, sottoscritto e corredato della documentazione richiesta. L’adesione non comporta alcuna spesa per le famiglie e la consegna delle derrate alimentari sarà a cura del Banco Alimentare, supportato dal Comune per quanto concerne la programmazione logistica.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA