Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’ Olympic Salerno rincorre la salvezza battendo lo Sporting Casalvelino

Scritto da Redazione il 10 febbraio 2014 in Calcio. Stampa articolo

AAK_5692-PSNel 21° turno del campionato di Promozione – Girone D, l’Olympic Salerno batte per 2-0 lo Sporting Casalvelino. Le reti arrivano Al 22’ quando Acquaviva sblocca il risultato con un perfetto colpo di testa su cross di Longobardi dalla destra, e al 20’ del secondo tempo quando Siano chiude la contesa, ancora di testa su cross di Tessier dalla fascia sinistra. Dopo tre sconfitte consecutive i biancorossi tornano al successo. Una vittoria che proietta la squadra di Belmonte a quota 26 in classifica.

Al “Figliolia” di Baronissi, le squadre entrano in campo sotto una pioggia fittissima e un vento che, nelle battute iniziali del match, incide sulle traiettorie del pallone. I padroni di casa partono col 4-3-1-2, con Cretella schierato a supporto della coppia d’attacco formata dai soliti Siano e Mazzeo. In mediana torna Festa, schierato da interno destro, in un centrocampo a tre completato da Rodia in cabina di regia e Mora nel ruolo di mezz’ala sinistra. In difesa, davanti a Rossi, Longobardi fa il proprio esordio casalingo e gioca come terzino destro. Sul versante opposto Paciello, con Acquaviva e Manzo coppia centrale.

Il primo pericolo della gara porta la firma della compagine ospite. Incomprensione tra Acquaviva e Rossi, per poco non ne approfitta Vricella che riesce a deviare il pallone senza però inquadrare lo specchio della porta. Scampato il pericolo, l’Olympic Salerno trova il vantaggio poco dopo. Sugli sviluppi di un corner, la palla arriva dalle parti di Longobardi che mette al centro un cross liftato andando a pescare in area Acquaviva. Il difensore biancorosso, lasciato colpevolmente solo dalla difesa avversaria, colpisce di testa senza lasciare scampo all’estremo difensore cilentano e sigla il gol dell’1-0. Lo Sporting Casalvelino ha però subito l’occasione per ristabilire la parità. Altra incomprensione difensiva con Rossi che, questa volta, non s’intendo con Manzo. Il pallone galleggia libero sul dischetto dell’area di rigore, senza che Trezza riesca a battere a rete a porta completamente sguarnita. Il ritorno di Rossi evita qualsiasi ulteriore rischio. Compreso il pericolo, Belmonte ridisegna la propria squadra e passa ad un più cauto 4-4-2. Al 33’ accende la luce Siano che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, salta di netto il diretto avversario e mette un pallone invitante al centro. Sulla sfera si avventa Manzo che gira di destro un tiro potente che non inquadra però lo specchio della porta. Resta questa l’ultima azione degna di nota della prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo l’Olympic Salerno cambia, inserendo Ragosta e Tessier al posto di Cretella e Rodia. Il tecnico biancorosso consolida così il 4-4-2 col quale si erano chiusi i primi 45’ di gioco. Al 61’ Paciello parte dalla destra, converge al centro e prova la conclusione di sinistro. Il tiro del numero 3 biancorosso è potente ma troppo centrale, col portiere avversario che respinge a pugni chiusi. Il gol è però soltanto rimandato di qualche minuto. Tessier, entrato molto bene in partita, va a recuperare un pallone che sembrava perso sull’out sinistro. Il cross dell’esterno è perfetto, altrettanto l’inzuccata di Siano che buca per la seconda volta il portiere ospite: è 2-0. Negli ultimi 20’ di gioco, l’Olympic Salerno non si limita a gestire il doppio vantaggio e va due volte vicinissima al tris. Al 77’ ci prova Siano ma il suo destro, da posizione leggermente defilata, lambisce il palo e termina fuori. Passano appena 60’’ ed è Anastasio ad avere la palla che può chiudere anzitempo il match. Il pallonetto del fantasista, entrato al posto di Mazzeo, viene però intercettato dal portiere avversario e finisce in calcio d’angolo. Dopo 5’ di recupero, il direttore di gara pone fine alla contesa e decreta il ritorno al successo per l’Olympic Salerno.

A fine gara, il tecnico Belmonte è soddisfatto: «Oggi era una partita difficile e, allo stesso tempo, importantissima in chiave salvezza. Venivamo da tre sconfitte consecutive, maturate contro le prime della classe. Sconfitte arrivate al termine di prestazioni comunque importanti, al di là del risultato finale – dichiara Belmonte –  Oggi era importante ritornare al successo. Questi tre punti rappresentano per noi una boccata d’aria fresca in ottica salvezza. Voglio ancora una volta fare i complimenti ai ragazzi per come hanno interpretato la partita, per la grinta che hanno messo in campo. Questa è la strada da seguire per ottenere una salvezza che avrebbe del miracoloso. Da più parti ci davano per spacciati, noi stiamo però dimostrando di avere la capacità di giocarcela con tutti».

TABELLINO

OLYMPIC SALERNO

Rossi, Longobardi, Paciello, Rodia (dal 52’ Tessier), Acquaviva, Manzo, Siano, Festa, Mazzeo (dal 67’ Anastasio), Cretella (dal 47’ Ragosta), Mora

A disposizione: Giordano, Lambiase, Maiuri, De Michele

Allenatore: Nino Belmonte

SPORTING CASALVELINO

Pica, Medici (dal 78’ D’Amato), Romano, Russo (dall’81’ Trimarco P.), Costa, Sarno, Criscito, Vricella, Di Giorgio, Trezza, Caggiano (dall’83’ Bracco)

A disposizione: Trimarco I., Addesso, Pecchenedda

MARCATORI: 20’ Acquaviva, 65’ Siano

AMMONITI: Festa e Paciello per l’Olympic Salerno; Costa per lo Sporting Casalvelino

ANGOLI: 4-4

RECUPERO: 1’pt, 5’st

 

La partita sarà trasmessa in differita sul canale LiraSport (613 del digitale terrestre). Questi gli orari: lunedì – 21:25; martedì – 14:05, 19:05; giovedì – 17:25; sabato – 08:45; domenica – 00:55.

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA