Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Volkswagen presentate le nuove Audi S qualità e grinta sportiva al servizio dell’automobilista

Scritto da Redazione il 13 febbraio 2014 in Auto. Stampa articolo

ShowPublicPhoto2Ritornano, nella scuderia Volkswagen,  l‘Audi S1 e la S1 Sportback, i nuovi modelli di punta della gamma A1.

Il loro 2.0 TFSI eroga 231 CV (170 kW) di potenza e sviluppa una coppia di 370 Nm; la trazione integrale permanente quattro e il telaio ampiamente rielaborato scaricano tutta la potenza sull’asfalto in modo magistrale. La Audi S1 e la S1 Sportback si collocano ai vertici del proprio segmento.

Già negli anni ’80 la Audi S1 aveva conquistato una fama leggendaria: era l’auto con cui Audi aveva dominato il Campionato Mondiale di Rally. Ora la stessa auto la ritroviamo su un modello stradale. La Audi S1 e la S1 Sportback costituiscono la nuova punta di diamante
della gamma A1 e allo stesso tempo ampliano l’offerta di versioni S.

La Audi S1 offre le qualità di una vera sportiva: garantisce elevate prestazioni, precisione di guida e la trazione integrale permette di scaricare la potenza sull’asfalto in un modo più efficace” commenta Ulrich Hackenberg, Membro del Consiglio di Amministrazione di
AUDI AG per lo Sviluppo Tecnico.

La trazione integrale quattro ha già un largo seguito, che diventerà sicuramente ancora più numeroso ora che è disponibile in questo segmento di mercato.

Il propulsore è un quattro cilindri ad alte prestazioni. Il due litri accelera la Audi S1 e la S1 Sportback da 0 a 100 km/h rispettivamente in 5,8 e 5,9 secondi. La velocità massima è di 250 km/h. In media il TFSI, dalle sonorità sportive, consuma solo 7,0 litri di carburante ogni 100 chilometri, pari a emissioni di CO2 di 162 g/km (Sportback: 7,1 litri e 166 g/km).

L’apposito software di regolazione è calibrato in modo decisamente dinamico. Il bloccaggio trasversale elettronico con torque vectoring perfezionato è una delle funzioni del controllo di stabilizzazione ESC. È disattivabile in due livelli e coadiuva la frizione a lamelle frenando in modo calibrato le ruote interne alla curva: l’interazione dei due sistemi rende l’handling estremamente agile, preciso e stabile.

[nggallery id=452]

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA