Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Gelbison-Grottaglie: 0-1, il buon gioco dei padroni di casa non basta per battere la grinta degli ospiti

Scritto da Redazione il 16 febbraio 2014 in Calcio,Evidenza. Stampa articolo

foto_gelbisonVallo della Lucania. Allo stadio Morra di Vallo della Lucania scendono in campo la Gelbison e il  Grottaglie

Nemmeno passato 1′ che viene assegnato dall’albitro un calcio di punizione dal limite dell’area per la Gelbison. A calciare è Tedesco, ma la palla viene deviata dalla barriera che si alza e Tricarico tenta di segnare in rovesciata, ma la palla finisce alta sulla traversa.

Un’altra bella azione corale della Gelbison, avviene a 7′  con una interessante trama di gioco: cross dalla destra con Magliocca,  ma la difesa pugliese libera senza affanni. La palla, a questo punto, arriva sui piedi di Aufiero che prova la conclusione, ma la palla finisce alta.

La Gelbison non si arrende e continua a fare azioni che potrebbero concludersi in un gol, ma non riescono a superare la difesa avversaria.

Al 12′ è il Grottaglie a reagire. L’arbitro gli assegna un calcio d’angolo dalla sinistra, lo batte Formuso  con un cross fermato da Ruggieri con una deviazione in angolo.

Il Grottaglie non si arrende e, infatti, al 16° del primo tempo gli viene assegnato un calcio di rigore, per fallo di Ruggieri su Carbone. Il rigore lo batte Formuso, ed è goal. Il Grottaglie va in vantaggio.
A questo punto la Gelbison reagisce con un’azione sulla sinistra ottenendo un calcio d’angolo. Viene ammonito Ruggieri per fallo in area avversaria su Prete.

Al 21′ del primo tempo a salvare la porta è il portiere, Carotenuto. Esce al limite dell’area dove, Formuso, stava per entrare per concludere a rete, salvando il risultato. Ammonito Prete per fallo su Tedesco ed angolo, assegnato, alla Gelbison dalla destra, a calciarlo è Tricarico che mette al centro, ma la difesa si salva in calcio d’angolo. Al 28′ del primo tempo viene assegnato il secondo cartellino giallo ed espulsione per Prete che commette un brutto fallo su Tedesco sull’out di destra. Il Grottaglie si trova ora in inferiorità numerica. A questo punto Mister Pettinicchio fa scaldare tutta la sua panchina e compie la sua prima sostituzione. Esce Formuso ed entra Sanna. Ottima mossa da parte dell’allenatore che decide di sostituire una punta con un difensore in modo da tenersi il vantaggio.

Al 33′ del primo tempo la Gelbison ottiene una splendida occasione da goal con Passaro che, pescato in area da un cross rasoterra di Tedesco, calcia al lato della porta difesa da Mariglino. La Gelbison sta cercando in tutti modi di trovare il pareggio, ma non ci riesce anzi subisce un’espulsione. Infatti al 38′ del primo tempo viene espulso Aufiero per gioco pericoloso all’altezza mediana del campo.
Entrambe le squadre restano in 10, ma non si arrendono e l’arbitro concede 2 minuti di recupero. Al 46’del primo tempo viene ammonito Fumai per simulazione, e così si conclude la prima frazione di gioco. Il secondo tempo inizia con una sostituzione nella fila della Gelbison: esce Ruggieri, al suo posto  entra Santonicola. Mister Erra fa arretrare la linea difensiva facendo mettere il nuovo entrato al posto di Camorani, e manda tutta la sua panchina a scaldarsi. A pochi minuti dall’inizio del secondo tempo, la Gelbison attacca sempre grazie a Tedesco, che lancia verso Santonicola e prova la conclusione dal limite, ma la palla finisce sul fondo.
La Gelbison perde Sanna, per un brutto fallo su Passaro e il Grottaglie rinuncia a  Santonicola, per uno scontro di gioco a centrocampo. Sostituzione per la Gelbison: esce Trimarco, al suo posto Sica. Al 20′ del secondo tempo c’è un’azione sulla destra della Gelbison con Tricarico che tenta il cross al centro ma la palla finisce sul fondo.
La Gelbison non demorde e continua a cercare la porta per il gol del pareggio ma tutto sembra inutile, la difesa avversaria è preparata, ma non è solo questo il problema.
Al 26′ del secondo tempo, angolo per il Grottaglie, ma Carotenuto blocca senza problemi.
Al 35′ c’è una bella conclusione di Sica dai 30 metri, ma finisce di poco al lato. Nello stesso minuto viene ammonito Mariglino per perdita di tempo.
Sostituzione nelle file del Grottaglie: esce Fumai, al suo posto D’Arcante. Al 39′ del secondo tempo c’è un calcio di rigore, assegnato alla Gelbison, su fallo di Danese su Tedesco. Il rigore viene battuto da quest’ultimo. Mariglino compie un miracolo e devia la palla in angolo.
L’arbitro concede 5 minuti di recupero.

Al 47’c’è l’ultima azione con un calcio di punizione di Tedesco che sfiora il palo alla destra del portiere.

Termina così la sfida di oggi con il risultato di 0-1, a vantaggio della determinazione del Grottaglie
Fabiana Hetman

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA