Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana-Ascoli: 2-1, entusiasmo dei granata che conquistano la seconda vittoria consecutiva in casa

Scritto da Redazione il 16 febbraio 2014 in Evidenza,Salernitana. Stampa articolo

20140214_salernitSalerno. La Salernitana e l’Ascoli scendono in campo allo stadio Arechi per disputare la 24esima gara di campionato Lega Pro. I granata, che tentano il tutto per tutto per la scalata verso i playoff, vengono schierati da mister Gregucci con il consueto 4-2-3-1. Giordano dell’Ascoli posiziona i suoi con il 5-3-2, con l’attacco affidato a Tripoli e Topouzis.

Pronti via e gli ospiti diventano subito pericolosi al 6’ con Tripoli che scarta Scalise e calcia verso Carpani che non riesce a trovare una posizione favorevole per il tiro.

I granata non perdono la grinta degli allenamenti e al 13’ Volpe sgancia un sinistro che non sorprende l’estremo difensore Russo. Dopo soli due minuti Scalise crossa su Mendicino che tira e mette in serie difficoltà Russo. La difesa a cinque di Giordano crea problemi ai padroni di casa che non riescono a trovare molti spazi d’azione. Giacomini e Piva sono i primi due ammoniti dal direttore di gara, Caso di Verona. Da segnalare al 33’ un  cambio in porta dell’Ascoli: Pazzagli subentra all’infortunato Russo. Al 37’ cross di Mendicino per Mounard, che non mantiene il controllo della palla in area di rigore. Prima del fischio finale, ancora giallo per Bianchi per un fallo su Tripoli.

All’inizio della ripresa mister Gregucci manda dentro Fofana. Al 5’ Mendicino servito da Foggia entra in area di rigore e con un sinistro supera il neo entrato Pazzagli, portando in vantaggio i suoi. Ancora ci prova Fofana su tiro di Mendicino, ma il portiere scampa il pericolo.

Al 19’ Foggia prova una punizione dai 20 metri senza risultati.  Al 29’ arriva il raddoppio granata con Foggia che crossa per Gustavo che di testa anticipa Pazzagli e finalizza il tiro. Siamo sul risultato di 2-0 per i padroni di casa.

L’Ascoli accorcia le distanze con una punizione calciata da Colomba il cui tiro viene deviato da Pestrin nella propria porta. Al 37’ Di Gennaro viene espulso costringendo l’Ascoli in dieci. In pieno recupero gli ospiti tentano il pareggio con un tiro di  Pazzagli che sfiora il palo.

La gara finisce con la vittoria dei granata, che conquistano tre punti determinanti per tentare la scalata verso i playoff.

 

 SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Bianchi, Tuia, Piva; Pestrin, Volpe; Foggia, Mounard, Ampuero; Mendicino. All. A. Gregucci. A disp.: Berardi, Pasqualini, Sembroni, Perpetuini, Montervino, Fofana, Gustavo.

ASCOLI (5-3-2): Russo (33′ pt Pazzagli); Di Gennaro, Schiavino, Scognamillo, Magliocchetti, Giacomini; Carpani, Greco, Colomba; Tripoli, Topouzis. All. G. Vallesi. A disp.: Iotti, Oddi, Grilli, Capece, Minnozzi, De Iulis.

ARBITRO: Alessandro Caso (Sez. Verona) Assistenti: Lucia Abruzzese (Sez. Foggia) Nicola Favia (Sez. Bari).

 Maria Giovanna Ruggiero

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA