Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salerno. Gli studenti dell’I.P.S.A.S.R. si aggiudicano due premi del contest sulla legalità “Tutti giù x terra”

Scritto da Redazione il 21 febbraio 2014 in Salerno. Stampa articolo

tuttigiuxterra_salerno_premiazione_scuolaSalerno. Gli studenti dell’I.P.S.A.S.R.– sedi di Capaccio e Castel San Giorgio – hanno vinto sia  il premio della Giuria Popolare che quello della Giuria Tecnica del Contest “Tutti giù x terra”, finalizzato a promuovere la cultura della legalità tra i giovani. A premiarli Don Luigi Merola, Presidente della Fondazione Onlus “’a VOCE d’’e CREATURE”, e Luca Badiali, Project Manager di MTN Company.

Due i momenti salienti della cerimonia di premiazione: il meeting al mattino presso l’I.P.S.A.S.R. di Salerno ed il convegno pomeridiano sulla legalità al Comune di Salerno

“Per il cuore, la dedizione e l’impegno esplicati all’interno dell’elaborato video, che affronta il tema della legalità con delicatezza ed in modo profondo, così da far cambiare il punto di vista dell’aggressore”: è stata la motivazione comunicata da Luca Badiali, Project Manager della MTN Company, ai 26 ragazzi primi classificati.

Ma la vera protagonista della giornata è stata la legalità, che ha in Don Luigi Merola uno dei suoi paladini più attivi. Presidente della Fondazione Onlus “’a VOCE d’’e CREATURE” e da sempre in prima linea nella battaglia alla criminalità organizzata e nel recupero socio-educativo di numerosi ragazzi, Don Luigi ha parlato a docenti, studenti, genitori ed addetti ai lavori dell’importanza dell’educazione alla responsabilità, che vede nella Scuola il suo ambiente primario di formazione. “La Scuola deve insegnare la vita, che è possibile rifare “nostra” solo ed esclusivamente attraverso lo studio. La criminalità si combatte e si sconfigge studiando, perché il male maggiore dei nostri tempi è dato dall’ignoranza”, ha affermato rivolgendosi in maniera particolare agli allievi presenti nell’Aula Magna.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA