Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Dublino: i 10 luoghi da visitare

Scritto da Redazione il 1 marzo 2014 in Viaggi. Stampa articolo

dublinRicca di monumenti e di musei da visitare, Dublino è una città poliedrica ed affascinante. Movimentata di notte e di giorno, la capitale dell’Irlanda da sempre è una delle mete predilette dai turisti.

Temple Bar

Il quartiere culturale della città, un reticolo di viuzze, caffè, bar, teatri e soprattutto pub. È il ritrovo dei giovani dublinesi, il centro nevralgico del divertimento irlandese, affollato da artisti di strada, musicisti e tantissimi pedoni, punteggiato da ristoranti di tendenza, gallerie alla moda, spazi espositivi e centri culturali, come la Gallery of Photography, il National Photography Archive e l’Irish Film Institute.

Il ponte Ha’ Penny 

È uno dei luoghi più fotografati della città. Il celebre ponte pedonale ad arco risale al 1816, costruito per unire le due sponde del Liffey. Deve il suo nome al pedaggio di mezzo penny indispensabile per passare dall’altra parte del fiume.

Guinness Storehouse

La mitica fabbrica della Guinness è al primo posto fra i luoghi più visitati d’Irlanda. Nato nel lontano 1759, questo stabilimento occupa ben 26 ettari di terreno e le parti più antiche sono state riconvertite in un museo hi-tech, grazie a un avveniristico progetto che ha saputo adattare la struttura trasformandola in un edificio che sale per 7 piani assumendo la forma di una pinta di Guinness.

Christ Church Cathedral

Nel cuore della città medievale, questa meravigliosa cattedrale, risalente al 1172, è stata edificata sul sito di una chiesa vichinga in legno, anche se poi rimaneggiata più volte nel corso della storia. Ciò che colpisce della struttura sono le sue dimensioni: 70 metri di lunghezza e 24,70 di altezza sotto la volta. Qui si tengono spesso concerti per l’atmosfera particolare che il luogo riesce a suscitare.

St. Stephen’s Green

Questo angolo di verde frequentato da coppiette innamorate, studenti e impiegati in pausa pranzo, una volta era lo spazio del comune che ospitava fustigazioni pubbliche, roghi e impiccagioni. Solo nel 1814 la zona venne recintata con inferriate e cancelli chiusi per l’approvazione di una tassa annuale di una ghinea per l’accesso. Oggi, circondato da splendide case georgiane, è un angolo di vera pace nel chiasso della città: i viali ombreggiati, il padiglione della musica, i prati verdissimi, le aiuole fiorite, il laghetto.

Saint Patrick Cathedral

È considerata la cattedrale nazionale dell’Irlanda protestante e venne edificata in uno dei siti cristiani più antichi di Dublino, dove, si narra, San Patrizio abbia battezzato i pagani in un pozzo.

Grafton Street

È la via per eccellenza dello shopping dublinese e prende il nome dal figlio di Carlo II, il duca di Grafton. La via è interamente ad isola pedonale e l’atmosfera che si respira emana grande fascino, forse anche per le splendide case georgiane a quattro piani che regalano un’aria raffinata.

Dublin Castle

La fortezza normanna voluta da Giovanni Senza Terra è stata per molto tempo il simbolo dell’oppressione inglese. Con le sue quattro torri d’angolo, i bastioni e i fossati, ha sofferto numerosi attacchi, tra cui quello di Silken Thomas Fitzgerald, suddito ribelle della Corona. Non pensate però al classico castello medievale: venne ideato più come residenza che come maniero. All’interno ci sono una quindicina di sale e saloni particolarmente pomposi. Da notare soprattutto la sala 3 e 5 per i soffitti dagli stucchi delicati, la 9 per il suo stile XVIII secolo e la 10 per la sua struttura a forma di tempio greco. Vedrete infine l’antica sala da ballo, Saint Patrick’s Hall, dal meraviglioso soffitto decorato. Oggi è adibito a luogo per cerimonie. All’esterno si può ammirare la cappella reale, restituita oggi al culto cattolico sotto il nome di chiesa della Santissima Trinità. Venne edificata proprio all’inizio del XIX secolo. L’esterno è decorato da moltissime teste che rappresentano personaggi irlandesi illustri.

Docklands

Come in tante città del mondo anche la zona portuale di Dublino era malfamata, trascurata e disagiata. Qualche anno fa la The Dublin Docklands Development Authority ha avviato un ambizioso progetto di riqualificazione urbana che ha rivitalizzato in poco tempo questa zona: sono sorti uffici, appartamenti, bar, ristoranti, spazi verdi, attrazioni il tutto inserito in un magnifico contesto di architettura contemporanea. Ora è possibile fare una bella passeggiata lungo le rive del Liffey, fare un brunch con gli amici oppure assistere a un concerto.

Trinity College

È una delle più prestigiose università a livello mondiale e la più antica d’Irlanda, fondata nel 1592 da Elisabetta I. Fra i suoi allievi più famosi vanta Jonathan Swift, Oscar Wilde, Bram Stoker e Samuel Beckett. Nel primo cortile, a sinistra, c’è la cappella e, a destra, Examination Hall, della stessa epoca. La parte più antica risale al 1700, sono i rubrics, edifici in mattoni rossi con frontone che ospitavano gli studenti. Il campus è immerso nel verde.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA