Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’Agropoli batte la Cavese con un clamoroso 4 a 2, Cerruti: “Quattro goal uno più bello dell’altro”

Scritto da Redazione il 3 marzo 2014 in Calcio,Evidenza. Stampa articolo

Agropoli-CaveseAgropoli. Finisce con un 4 a 2 il posticipo di serie D di questo pomeriggio contro la Cavese. Dopo un primo tempo non molto entusiasmante caratterizzato da falli, goal sprecati e azioni non troppo degne di nota al 28 pt la Cavese sfuma un’occasione doro, il cross di Palumbo serve Pisani che da solo davanti alla porta consegna la palla tra le mani del  portiere Carezza.

Ma ecco che a pochi secondi dalla fine del primo tempo gli ospiti si portano in vantaggio su 1-0 grazie alla rete su rigore del numero 10 De Rosa per fallo di mani. Nel secondo tempo la situazione si ribalta i biancoazzurri prendono coraggio dando  più sprint alla partita. Ecco che al 10’ st  l’Agropoli si porta in vantaggio grazie alla splendida rete del numero 11 Ragosta, palla su punizione all’incrocio dei pali, un goal difficile da parare.  Come per incanto ecco che per la Cavese spunta un altro rigore assegnato dall’arbitro di Torino, Michelino. A calciarlo è di nuovo De Rosa che questa volta tira dal dischetto e centra in pieno la rete. Dalla tribuna si eleva un coro voci irate per il rigore assegnato alla Cavese e nei confronti della direzione arbitrale perché a quanto pare il rigore assegnato era da discutere.

La Cavese si porta in vantaggio per 2-1 grazie ai rigori assegnati dall’arbitro.

Al 22’ st goal annullato alla Cavese di Pisani per sospetto fuorigioco, Al 23’st arriva il pareggio pareggio dell’Agropoli ancorauna volta è il numero 11 Ragosta che con un pallonetto beffa Capozzi in uscita. Agropoli-Cavese 2-2. A parità di gioco la tribuna esulta, polemizza con la gestione arbitrale e continua a sostenere la propria squadra. Al 37’ arriva la tripletta, questa volta è il numero 9 Tarallo, tutti gridano il goal e alla fine la palla entra in rete segnando il 3 a 2. Oramai la sconfitta per la Cavese è segnata. Vengono assegnati 4’ di recupero, c’è chi urla “tenete duro fino alla fine”, ed è così un ultimo sforzo e con un contropiede dell’Agropoli ancora una volta il numero 11 Ragosta di esterno destro mette dentro l’ultimo sudato goal. Finisce così Agropoli-Cavese 4-2.

Soddisfazioni dal mondo del calcio, anche Mister Pirozzi contento del risultato a fine partita commenta: “Sono orgoglioso della mia squadra, sono contento della vittoria stra meritata, abbiamo lavorato tantissimo per ottenere questo risultato, e dopo tanti sacrifici alla fine i frutti dei nostri sforzi li abbiamo ottenuti”. Per il rigore assegnato dall’arbitro ha preferito non commentare: “ Non mi sento di criticare il lavoro degli altri anche se ne dubito che ci fosse stato motivo per assegnare quel secondo rigore alla Cavese, ma va bene così, alla fine abbiamo dimostrato ancora una volta che sappiamo giocare e che siamo soddisfatti del nostro lavoro, vogliamo agganciare la zona playoff questo è il nostro obiettivo, rimanere in quella zona, al di là della posizione che otterremo”.

Anche il Presidente Cerruti ha espresso la sua gioia: “Una partita che si commenta da sola, certo anche se il primo tempo non è stato entusiasmante. Sicuramente mi sono accorto nei primi 5 minuti di gioco che non fosse una squadra tatticamente forte, che gioca malissimo ma che nonostante tutto riesce a portare punti a casa. Per l’Agropoli, che dire! 4 goal uno più bello dell’altro, ringrazio tutti coloro che erano presenti. Adesso bisogna lottare mancano altre 8 partite 5 in casa e 3 fuori casa, di cui una contro il Ragusa che ahimè sappiamo che non giocherà e questo rappresenta una sconfitta per il calcio italiano, ma visto che ne hanno beneficiato tutti è giusto che sia così anche per l’Agropoli.”

Alessandra Agrello

 

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA