Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Eboli. Indagati funzionari e imprenditori per ‘Le Bolle’ Melchionda: “Pieno sostegno, l’opposizione non esulti”

Scritto da Redazione il 6 marzo 2014 in Evidenza,Piana del Sele. Stampa articolo

le bolleEboli. Nei giorni scorsi è arrivato l’avviso di garanzia per quattro funzionari e imprenditori del centro commerciale Le Bolle. Gli atti arrivano dalla Procura di Salerno e  portano la firma dei sostituti procuratori Valenti, Minerva e Polito.

Le accuse sono diverse e variano dall’illegittimità del permesso a costruire, all’abuso d’ufficio e al falso.

Gli interessati sono Diego De Marchi, trevisano, legale rappresentante della Trade Mart Srl, ditta committente dei lavori di realizzazione del centro commerciale e rappresentante del Consorzio Serracapilli; Ciro Baroncini, imolano, legale rappresentante della Cesi, la società cooperativa che ha eseguito l’opera; Lucia Rossi, dirigente dell’Utc del Comune di Eboli e Rosario La Corte, responsabile dell’Area Sviluppo del territorio.Questi ultimi due sono entrambi ebolitani.

A proposito della vicenda è intervenuto il sindaco di Eboli Martino Melchionda esprimendo sostegno e vicinanza ai funzionari dell’Ente: “Piena serenità e tranquillità. Un privato non soddisfatto nelle sue aspettative, forse anche orientato, ha fatto denuncia relativa alla mancanza della procedura ‘VIA’, ovvero della Valutazione di Impatto Ambientale.

La Regione Campania – spiega il primo cittadino – ha rilasciato l’autorizzazione ed ha ritenuto pienamente legittimo l’intervento.

Chi è intervenuto, in queste ore, anche su facebook – e mi riferisco soprattutto a chi siede in Consiglio Comunale – per annunciare la notizia, evidentemente esulta del fatto che funzionari di valore, e preziosi per la nostra Città, siano indagati: non rinviati a giudizio, né condannati.

Se questa è la classe dirigente che vuole amministrare, che gioisce per questioni del genere, allora è bene che gli ebolitani riflettano.

Solo azioni distruttive e denigratorie; non hanno mai mosso un dito per Eboli, al contrario si concentrano a diffondere tossine nella nostra comunità. Se così dovesse essere, se fossero loro ad amministrare, sarebbe davvero un dramma.

In ogni caso, – conclude il sindaco di Eboli – noi ribadiamo la vicinanza e la stima per i nostri funzionari, e continueremo a lavorare per attrarre investimenti, privati e pubblici”.

Conferma la stessa fiducia nel lavoro dei funzionari e assoluta tranquillità il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Cosimo Cicia: “Non nutriamo alcun dubbio sul lavoro svolto dai funzionari dell’Ente e sulla correttezza che contraddistingue il rapporto tra l’Amministrazione Comunale e le imprese, un rapporto che nel tempo ha attirato importanti investimenti nella nostra Città.

E’ piuttosto l’atteggiamento di chi semina veleno ad allontanarli, a fare correre il rischio che gli imprenditori scelgano di investire altrove.

Ribadisco la piena tranquillità sulla vicenda, la Regione ha già considerato l’intervento pienamente legittimo, e sono certo che tutto verrà chiarito”.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA