Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cava de’ Tirreni. Furto di 5 computer alla scuola ‘Carducci-Trezza’, Galdi: “Un gesto di vigliaccheria”

Scritto da Redazione il 10 marzo 2014 in Costa d'Amalfi,Evidenza. Stampa articolo

004Cava de’ Tirreni. Hanno scavalcato il cancello di recinzione e dopo aver infranto una vetrata hanno messo a soqquadro alcune aule per portare via i computer portatili.

È accaduto alla scuola media inferiore ‘Carducci Trezza’ nella notte tra sabato e domenica quando ignoti hanno violato le mura dell’istituto di via Santorche si sviluppa su due piani.

Un’ordinanza emessa ieri dal sindaco Marco Galdi, ha disposto per oggi la chiusura del plesso scolastico per eseguire la necessaria disinfestazione dei locali e permetterne la riapertura già a partire da domani.

“E’ un gesto – ha commentato il primo cittadino – di una vigliaccheria assoluta, compiuto in uno dei luoghi simbolo di una comunità. Noi come amministrazione stiamo facendo il possibile per garantire il ritorno alla normalità ripristinando gli ambienti e risistemando l’allarme. Spero che gli autori del gesto vengano individuati dalle forze dell’ordine e restituiscano il materiale rubato”.

Sull’episodio stanno indagando gli agenti del commissariato di polizia, diretto dal vicequestore Marzia Morricone. Secondo le prime ricostruzioni, si presume che ad agire siano stati almeno in due. I malviventi, complice l’oscurità, sono entrati nell’istituto dalla finestra sul retro e raggiunto il laboratorio dove sono allestite le postazioni telematiche. Da qui hanno portato via ben 5 computer e relativi accessori. Non contenti, hanno cercato altro materiale di valore nelle aule al primo piano dove hanno messo a soqquadro gli armadietti e i cassetti delle scrivanie.

La svolta alle indagini potrebbe arrivare nei prossimi giorni, sono al vaglio degli inquirenti infatti i filmati delle telecamere installate in zona. Gli agenti sperano di ricavare elementi utili per dare un volto e un nome ai ladri.

Enrica Bovi

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA