Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cava de’ Tirreni. Il Comune esternalizza i servizi sociali, Estero: “Ci ribelleremo”

Scritto da Redazione il 17 marzo 2014 in Costa d'Amalfi. Stampa articolo

Cgil Nuove identità di lavoroCava de’  Tirreni. Il comune di Cava de’ Tirreni approva l’avviso pubblico “per la formazione di un elenco di operatori economici per servizi e forniture”.

L’ avviso – secondo la Cgil – sottintende l’esternalizzazione alle cooperative sociali dei servizi, erogati fino allo scorso 31 dicembre dal Piano di Zona S2. Per esternalizzare i servizi si intende disperdere tutte le competenze e le professionalità acquisite negli ultimi 10 anni dagli operatori sociali in forza presso il Piano di Zona fino allo scorso dicembre. Significa – a detta del sindacato – aumentare i costi per la collettività, andando così a peggiorare ancora di più le retribuzioni e le condizioni contrattuali dei lavoratori.

La decisione è rivolta ai servizi socio educativi per minori, servizi di assistenza domiciliare integrata, centro famiglie, servizi di mediazione culturale e familiare, segretariato sociale, trasporto sociale, assistenza specialistica per disabili, affidi e adozioni, fin’ora di prerogativa del Piano di Zona S2.

“Siamo pronti già nei prossimi giorni alla mobilitazione dei lavoratori e dell’intera cittadinanza colpita dai tagli ai servizi – affermano I segretari generali della Cgil – Nuove identità di lavoro e Uiltemp Salerno Antonio Capezzuto e Pierluigi Estero – per una vera e propria battaglia di civiltà, per il ripristino di servizi fondamentali sul territorio e per scongiurare l’ennesima perdita di posti di lavoro”.

 

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA