Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana-Catanzaro 0-0, granata poco cattivi sotto porta

Scritto da Redazione il 23 marzo 2014 in Evidenza,Salernitana. Stampa articolo

salernitana catanzaroSalerno. Finisce a reti inviolate il match disputato oggi tra Salernitana e Catanzaro.

Allo stadio ‘Arechi’ i giallorossi riescono a portare via un punto importante che consolida, per ora, il loro quarto posto nel girone B. Non ne approfitta, invece, la Salernitana che, visto lo stop del Pisa nell’anticipo di ieri a Grosseto (3-1), avrebbe potuto scalare ben due posizioni. Con il punto guadagnato in questa gara, però, i granata riescono a sorpassare i cugini del Benevento, sconfitto quest’oggi in casa da L’Aquila (0-1), altra pretendente ai playoff.

Nel primo tempo è la Salernitana a fare la partita, mettendo più volte a dura prova l’estremo difensore Bindi. L’occasione più limpida capita sui piedi di Mendicino che, spalle alla porta fa tutto bene, ma il portiere giallorosso in uscita nega all’attaccante la gioia del goal. Nel secondo tempo si fa vedere anche il Catanzaro con Germinale che va vicinissimo al vantaggio sfiorando il palo. La partita vive di momenti bui e nervosi in cui piovono i cartellini gialli per entrambe le compagini, 4 ammoniti per parte e allo scadere della gara  con Vacca che  rimedia anche un rosso.

Uno 0-0 dunque troppo stretto per la Salernitana a cui manca quell’incisività che avrebbe consentito di conquistare la vittoria. “Il primo tempo è stato il migliore che io abbia visto qui all’Arechi” sono le parole del tecnico Angelo Gregucci che, nonostante abbia riconosciuto la poca intensità della gara, difende il suo spogliatoio: “Vorrei fare un plauso ai miei giocatori per la partita e non riempirli di rimpianti per il mancato successo”.

Presente quest’oggi allo stadio anche patron Lotito: “Visto quanto prodotto avremmo meritato qualcosa di più. Purtroppo se non la butti dentro rischi un pareggio come è successo oggi. Abbiamo giocato con molto agonismo, è mancato un po’ di cinismo e concentrazione sotto porta, potevamo concretizzare qualcosa in più“.

SALERNITANA (4-4-2): Gori; Scalise, Bianchi, Tuia, Piva; Foggia, Perpetuini (40′st Montervino), Pestrin, Volpe (30′st Mounard); Mendicino, Fofana (19′st Gustavo). A disp.: Iannrarilli, Pasqualini, Ampuero, Ricci. All.: Gregucci.

CATANZARO (3-5-2): Bindi; Rigione, Vitiello, Ferraro; Marchi, Russotto, Vacca, Benedetti, Sabatino (25′st Catacchini); Germinale, Fioretti (11′st Madonia). A disp.: Scuffia, Bacchetti, Casini, Morosini, Martignago. All.: Brevi.

ARBITRO: Cifelli di Campobasso.

AMMONITI: Vacca (C), Foggia (S), Sabatino (C), Tuia (S), Benedetti (C), Pestrin (S), Perpetuini (S), Ferraro (C).

ESPULSI: 48′st Vacca (C) per doppia ammonizione.

Federica Aloise

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA