Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Capaccio. Lunedì la BCC dei Comuni Cilentani presenta i risultati raggiunti e le prospettive per il 2014

Scritto da Redazione il 24 marzo 2014 in Piana del Sele. Stampa articolo

bcc_unisce_60x30_fieno-1024x511Capaccio Paestum. Lunedì 24 marzo alle ore 15:00 la squadra della BCC dei Comuni Cilentani si riunisce presso il Mec Paestum Hotel, a un anno esatto dall’acquisizione della BCC di Altavilla Silentina e Calabritto per fare il punto sui risultati raggiunti e individuare le prospettive per il 2014.

Il progetto ‘Il credito che unisce’ contemplava il subentro della banca nelle aree di lavoro della Consorella di Altavilla Silentina e Calabritto, per assicurare la continuità della presenza del Credito Cooperativo nei territori interessati. Una sfida che la “Cilentani” ha voluto raccogliere per mettere a disposizione dei comprensori di Altavilla, Calabritto, Castelcivita e Felitto la sua esperienza di “buona banca”.

Incontrare ospiti e collaboratori a un anno dall’acquisizione ha sicuramente la valenza simbolica di un “compleanno”, non solo per celebrare il consuntivo del lavoro svolto, ma anche per riconsiderare strategie  e metodi circa il ruolo sociale ed economico che si intende continuare a svolgere.

La presentazione del piano operativo agli osservatori esterni e al team della banca ha, pertanto, la finalità di condividere con una più vasta platea i principali obiettivi che caratterizzeranno l’esercizio in corso. In particolare, si farà riferimento ancora a un modello di impresa che ha saputo svolgere, dall’inizio della crisi, un’importante funzione anticiclica, sostenendo con convinzione, nonostante le difficoltà di mercato, le  famiglie e le imprese.

Nell’occasione la Banca presenterà proposte nuove per rilanciare le iniziative in campo immobiliare attraverso un prodotto denominato ‘Valore Casa’ per l’acquisto e/o la ristrutturazione di beni. Verrà illustrato poi un pacchetto di misure per sostenere le aziende per gli investimenti in beni strumentali e di interventi a sostegno all’agricoltura. Il plafond complessivo messo a disposizione della clientela ammonterà attorno ai 25 milioni di euro.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA