Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mercato San Severino. L’Africa orientale in 4 pubblicazioni di Fabrizio Di Lalla, venerdì la presentazione

Scritto da Redazione il 25 marzo 2014 in Manifestazioni. Stampa articolo

downloadMercato San Severino. L’impresa dell’Italia nell’Africa Orientale è l’argomento delle quattro pubblicazioni di Fabrizio Di Lalla che saranno presentate nell’Aula consiliare “Carmine Manzi”, venerdi 28 marzo alle ore 17,30.

“Si tratta – ha spiegato l’Assessore alle politiche culturali, Assunta Alfano – di quattro opere voluminose: ‘L’Impero Breve’, ‘Immagini dell’Impero’, ‘Un posto al sole’ e ‘Le Italiane in Africa Orientale’ nelle quali l’autore disegna un panorama dei fatti storici corredato da un’ampia e curata documentazione fotografica. Questi lavori contengono una descrizione appassionata e documentata del destino di tanti Italiani, in gran parte umili lavoratori, ognuno in cammino verso quella che si trasformerà, alla fine, in una tragica odissea”.

La presentazione, organizzata dal sodalizio ‘L’Areopago Letterario’ si avvarrà del contributo di Michele Cavaliere che introdurrà i lavori, dell’autore Fabrizio Di Lalla, del sindaco di Mercato S. Severino, Giovanni Romano, che trarrà le conclusioni. Moderatore il giornalista Michele Sessa.

“L’autore – ha aggiunto il capogruppo di maggioranza Luigi Giordano – con questo lavoro, frutto di una lunga ed impegnativa ricerca, colma quel vuoto d’indagine della ricerca storica, carenza inspiegabile nonostante la colonizzazione demografica abbia rappresentato l’elemento distintivo del colonialismo fascista. Di Lalla ha anche il merito di aver portato alla luce un argomento completamente sconosciuto quale la presenza delle donne italiane in Africa Orientale alla fine degli anni Trenta. Non esisteva ad oggi nessuna testimonianza sulle decine di migliaia di donne trasferitesi nel Corno d’Africa per realizzare un sogno economico e per conquistare la libertà”.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA