Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Acerno. Continua l’iter istituzionale per rendere sicura la ‘Maccaronera Pezze’, Sansone: “Impegno costante”

Scritto da Redazione il 2 aprile 2014 in Evidenza,Picentini. Stampa articolo

Comune AcernoAcerno. Si è concluso con un nulla di fatto l’incontro di questa mattina nella sede della Regione Campania tra il sindaco di Montecorvino Rovella Egidio Rossomando, il consigliere delegato Francesco D’Ambrosio e il consigliere regionale Franco Manzi.

Sul tavolo delle discussioni la questione del reperimento di fondi per la strada comunale ‘Maccaronera Pezze’ di pertinenza di Montecorvino Rovella, unica arteria alternativa, per raggiungere il comune di Acerno, alla regionale 164 resa inagibile da una frana lo scorso 6 febbraio.

Tutto rinviato a martedì prossimo quando la Protezione Civile di Salerno presenterà all’assessore regionale Edoardo Cosenza una relazione dettagliata sugli interventi da effettuare lungo la via secondaria. Successivamente sarà presentata dai Comuni interessati una richiesta per accedere ai finanziamenti dell’Ente regionale.

“Siamo al di là della buona volontà – commenta al telefono il sindaco di Montecorvino Rovella Egidio Rossomando – noi sindaci ce la stiamo mettendo tutta per dare risposte concrete ad una situazione di estrema difficoltà. C’è da augurarsi che tutte le istituzioni facciano la loro parte per arrivare al più presto ad una risoluzione definitiva del problema”.

Intanto domani sarà formalizzato il protocollo d’intesa firmato 10 giorni fa tra il sindaco di Acerno Vito Sansone, il sindaco Rossomando e la Provincia in cui gli enti si impegnano a stanziare 60.000 euro per i lavori necessari ad una prima messa in sicurezza della Maccorenera Pezze.

“Stiamo lavorando su più fronti – ha commentato Sansone – per raggiungere lo stesso obiettivo, restituire una sicura e normale viabilità ai tanti cittadini che usano quella strada. L’impegno è di riuscire a reperire le risorse dalla Regione perché questo sia possibile”.

Enrica Bovi

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA