Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Piaggine. Al via giovedì il corso in ‘Agrario e sviluppo rurale’, Vairo: “Valorizziamo le tipicità locali”

Scritto da Redazione il 7 aprile 2014 in Alburni. Stampa articolo

Guglielmo Vairo (Sindaco di Piaggine)Piaggine. Le iscrizioni saranno aperte fino al 31 Maggio per l’anno 2014-2015. Giovedì prossimo alle ore 19.00 si terrà presso la sala polifunzionale “G. Vertullo” di Piaggine, la presentazione del diploma serale in Agrario e sviluppo rurale indirizzo Valorizzazione e Commercializzazione dei prodotti agricoli.

“È da tempo che assieme ad altri amministratori, si è affermata con grande convinzione la necessità di puntare su agricoltura e zootecnia per il rilancio economico delle nostre zone rurali; l’istituzione del diploma serale in  ‘Agrario e Sviluppo Rurale’ è un importante passo in avanti in questo senso e rappresenta una grande opportunità per il territorio – ha dichiarato il sindaco Guglielmo Vairo”. Il percorso formativo che permetterà il conseguimento del diploma è destinato a chi vuole intraprendere una nuova attività imprenditoriale nel settore agropastorale, ma anche a chi intende solo migliorare le proprie competenze. Aperto ai maggiori di 18 anni, sarà articolato in 22 ore settimanali ed avrà la durata di 5 anni. Si potrà, inoltre, prevedere l’attivazione di percorsi ad hoc di 3 o 4 anni  per chi possiede già un titolo di studio.

“La valorizzazione delle tipicità locali, di cui spesso si parla, non può prescindere dal raggiungimento di alti standard qualitativi delle produzioni. Senza qualità, nessun prodotto potrà ottenere una collocazione sul mercato.  – ha continuato il primo cittadinoLa possibilità di seguire un percorso formativo serio e riconosciuto è una tappa fondamentale per riappropriarsi di un’identità perduta, attraverso una rinnovata attenzione alla professionalità ed alla qualificazione degli addetti al settore. L’agricoltura  – spiega il sindaco Vairo – non ha solo una valenza economica per il Cilento, ma anche sociale e culturale. L’abbandono delle terre, ad esempio, ha contribuito a favorire il dissesto idrogeologico che, come diretta conseguenza, ha avuto gli innumerevoli danni con cui, oggi,  tutti noi siamo costretti a fare i conti”.

Al convegno interverranno Guglielmo Vairo, sindaco di Piaggine; Antonio Iannone, presidente della Provincia; Nunzio Carpentieri, assessore Provincia; Mario Miano, assessore Provincia; Salvatore Iannuzzi, consigliere Provincia; Amilcare Troiano, presidente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni; Angelo Rizzo, presidente Comunità Montana Calore Salernitano;Michele Albanese, direttore BCC Monte Pruno; Francesco Passariello, preside Istituto “G. Rosselli”;  Salvatore Loffreda, Direttore Coldiretti Salerno; sindaci e amministratori dei Comuni di Aquara, Bellosguardo, Gioi, Laurino, Magliano, Monteforte, Roccadaspide, Roscigno, Sacco e Valle dell’Angelo. L’auspicio – ha concluso Vairo – è che il Territorio, ora, raccolga l’opportunità formativa che Regione e  Provincia hanno messo a disposizione. La nuova sfida sarà quella di supportare e incentivare, accanto alla formazione,  la produzione di qualità. La recente istituzione della De.C.O. (denominazione comunale di origine) da parte dell’ amministrazione comunale di Piaggine, con i disciplinari di produzione che a breve saranno diffusi,  rappresentano un altro passo in questa direzione”.

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA