Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Fisciano. Riaperta al traffico Via G. Nastri alla frazione Lancusi, Amabile: “Non si poteva più attendere”

Scritto da Redazione il 12 aprile 2014 in Valle Irno. Stampa articolo

Tommaso-Amabile-sindaco-di-FiscianoFisciano. E’ stata riaperta al traffico questa mattina via G. Nastri alla frazione Lancusi, la strada che lo scorso 27 marzo aveva subito uno sprofondamento a causa del maltempo.

Ad eseguire i lavori in danno alla Gori spa è stata la società municipalizzata “Fisciano Sviluppo”. L’importo dell’opera verrà quantificato in questi giorni e comunicato alla Gori, indicata quale società competente per la gestione del tratto di rete fognaria che è stato danneggiato. Sul punto si è creato anche un contenzioso tra l’ente e la Gori spa, con quest’ultima che nei giorni scorsi, tramite i propri dirigenti, aveva chiesto la revoca di una ordinanza sindacale emessa dal primo cittadino, Tommaso Amabile, per chiedere un intervento immediato al fine di eliminare i disagi alla circolazione stradale e pedonale.

“Non ritireremo l’ordinanza sindacale così come richiesto dalla Gori. Il nostro Comune è pronto a dimostrare davanti agli organi giudiziari quanto espresso nel provvedimento che intimava alla società competente di realizzare l’intervento per la riparazione dei danni subiti dalla rete fognaria a causa del maltempo verificatosi alla fine del mese di marzo”. Così il sindaco rispose alla richiesta di revoca del provvedimento istituzionale avanzata dalla Gori, i cui vertici amministrativi hanno annunciato di ricorrere all’Autorità Giudiziaria per i lavori in via Nastri, considerati non di loro competenza.

“Non potevamo più attendere – ha spiegato Amabile – nei giorni scorsi si sono creati molteplici disagi soprattutto per la circolazione degli autobus del Cstp. Infatti, siamo stati costretti a individuare un percorso alternativo per garantire la copertura del servizio ai pendolari ed arginare al minimo le ripercussioni sul transito dei veicoli lungo un tratto di strada molto trafficato”.

L’intervento, secondo quanto si evince dall’ordinanza, è sicuramente di competenza della GORI in quanto trattasi di un vecchio tratto fognario, oggi in parte utilizzato ed integrato con la rete fognaria realizzata successivamente su via G.Nastri.  In quanto tale rientra sicuramente tra le opere trasferite alla GORI .

“Ribadiamo la volontà del nostro ente di sganciarsi dalla Gori, che attualmente gestisce il servizio idrico nel nostro Comune. Per questo motivo confermiamo la nostra adesione alla Rete dei Sindaci, costituitasi nel luglio dello scorso anno a Roccapiemonte per conquistare la ripubblicizzazione dell’acqua affidandola di nuovo alla competenza degli enti locali” ha concluso il primo cittadino.

 

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA