Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

CarpedilSalerno. Pura formalità la partita con la Futura Brindisi, Blanco: “Salvezza raggiunta”

Scritto da Redazione il 16 aprile 2014 in Basket. Stampa articolo

gruppo_carpedilDopo aver sconfitto la Infa Feba Civitanova Marche tra le mura amiche lo scorso weekend, la Carpedil Salerno Basket si è assicurata la matematica permanenza anche nel prossimo campionato di Serie A2 femminile. Per questo l’ultimo impegno stagionale in casa della Futura Brindisi sarà una mera formalità per entrambe le compagini: c’è la Santa Pasqua, dunque si giocherà in anticipo domani sera con palla a due fissata per le 20:30 al Palasport Pentassuglia di Brindisi. Arbitri il reggino Biagio Baccilieri e il barese Francesco Pepe.

“Andremo a giocare cercando di vincere come sempre, anche se le pugliesi hanno ben quattro punti in più di noi – ha dichiarato coach Alex Blanco alla vigilia – Ho tutto il roster a mia disposizione ma credo sia giusto dare spazio anche a chi ha giocato di meno, mi riferisco soprattutto alle giovani Frascolla, Carcaterra e Dentamaro. La salvezza raggiunta è merito di un gruppo unito, siamo contenti e affronteremo questa partita senza l’assillo di fare risultato a tutti i costi”.

All’andata le campane ebbero la meglio col risultato di 67-64 al fotofinish, dopo un superlativo ultimo quarto: fu una vittoria fondamentale nello sprint salvezza, mentre domani le menti delle giocatrici saranno decisamente più sgombre.

“Dopo aver vinto contro Civitanova è inevitabile che tutto l’ambiente si sia tranquillizzato, ci resta quest’ultima trasferta da onorare e poi penseremo alla prossima stagione sportiva”, ha concluso patron Angela Somma che ha poi lanciato un appello a istituzioni e mondo dell’imprenditoria: “Questa stagione è stata ancora più difficile rispetto a quella scorsa dal punto di vista economico, la passione per questo movimento è sempre meno supportata da interventi in soccorso delle realtà che, come la nostra, fanno enormi sacrifici portando il nome di Salerno in giro per l’Italia in un campionato prestigioso come la Serie A2, la più alta categoria cestistica al momento affrontata da realtà cittadine. Spero nel sostegno di chi vuol bene alla nostra città e crede nel progetto Salerno Basket 92, per evitare di doverci iscrivere a un campionato inferiore o disputare la A2 con la squadra giovanile”.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA