Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Regione. Finanziati gli eventi di risonanza nazionale e internazionale, esclusi numerosi Comuni salernitani

Scritto da Redazione il 16 aprile 2014 in Attualità,Evidenza. Stampa articolo

tw5yn10lkg52cm4n5qfm3ghw20130607184511Pubblicate dalla Regione Campania, le graduatorie dei destinatari dei fondi europei Pon Fesr 2007-2013. Parliamo dei milioni per gli eventi di risonanza nazionale ed internazionale. Per i finanziamenti dell’asse Cultura e sistema turistico, a spuntarla, Salerno per il Premio Charlot, con 218 mila euro, la manifestazione “Un modo di vivere” di Pollica cui sono stati assegnati 300 mila euro ed il Premio Danza di Positano cui spettano 195 mila euro.

Ancora, a ricevere i finanziamenti, il Meeting del Mare di Camerota con 230 mila euro, il Marmeeting di Furore con 120 mila euro, il Capodanno Bizantino di Amalfi con 30 mila euro ed il festival Segreti d’Autore di Serramezzana. Poi, il Premio Contursi Terme con 191.400 euro, le manifestazioni di San Giovanni a Piro Equinozio d’Autunno e il festival del corto sull’Ambiente per 300 mila euro. Duecentosessantamila euro, quindi, per Sele d’Oro ad Oliveto Citra, 132.625 euro per il Negro Festival di Pertosa, 200 mila euro per Agorà in Salento e 150 mila euro per i concerti d’estate a Villa Guariglia. Restano fuori, intanto, Padula, Agropoli, Giffoni, Buccino, Teggiano, Roccadaspide, Ravello e gli altri 22 comuni salernitani che non godranno di 1 euro per mancanza di fondi. Esclusi, infine, Gioi, Serre, Castellabate, Capaccio Paestum, Eboli, Albanella e Conca de’ Marini.

In merito ai fondi per gli interventi di recupero e promozione del patrimonio culturale, a ricevere i finanziamenti, i Lucani dell’entroterra di Roccagloriosa per 300 mila euro, Architettura-economia-territorio di Salerno per 297 mila euro, il Palinuro Mythland di Centola per 254 mila euro. Ancora, Scenari d’Arte a Scala per 280 mila euro, gli Spettri a castello di Angri per 195 mila euro, il festival delle corti di Sant’Egidio del Monte Albino per 200 mila euro, la mostra sulla dieta mediterranea di Padula per 300 mila euro e Percorsi d’Acqua a Sarno per 235 mila euro.

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA