Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Nocera Inferiore. Per il Corteo del 1° Maggio lavoratori in piazza insieme ai sindacati

Scritto da Redazione il 30 aprile 2014 in Agro Nocerino,Evidenza. Stampa articolo

manifestazione-unitaria-cgil-cisl-uilTante le iniziative che vedranno impegnata la Cgil Salerno in occasione del 1° maggio. Al via, per iniziare, alle 9:30, la classica manifestazione a Nocera Inferiore: il corteo partirà da piazza Diaz, alle ore 09.30, e proseguirà per Via Dodecapoli Etrusca (cavalcavia), Via Pucci, Piazza Rendola, Via Solimena, Via Astuti, Via Nicola Bruni Grimaldi, Via Giordano, Via Libroia, C.so Vittorio Emanuele e Piazza Amendola per ritornare al punto di partenza. Presenti, tra gli altri, Maria Di Serio, segretaria generale Cgil Salerno e Franco Tavella, segretario generale Cgil Campania. Il tutto si conclude con il comizio finale alle ore 12.30. Nel pomeriggio, alle 17.30, altro tradizionale appuntamento: è quello di Penta, piazza Vittorio Emanuele, dove terrà il comizio Anselmo Botte  della segreteria Cgil Salerno. In serata, musica e concerti a San Giovanni a Piro con inizio alle ore 21, nell’area dell’ex Parco Giochi.

Intanto, per la Cisl Salerno, il segretario Pasquale Passamano lancia il suo messaggio: “Per noi il primo maggio è ogni giorno. Evitiamo di cavalcare l’onda del ‘tanto peggio, tanto meglio’. Crediamo che sia il caso di trovare strumenti adeguati per riportare il lavoro nelle nostre zone, sapendo che occorrono imprenditori disposti ad investire”.

Presenti al corteo di Nocera, intanto, anche il segretario generale della Uil Campania, Anna Rea, che interverrà a nome di Cgil, Cisl e Uil.

“A livello occupazionale siamo nella situazione peggiore che ha mai toccato Salerno – continua Passamano – I dati sulla dinamica imprenditoriale del I trimestre 2014, forniti dal Centro Studi Unioncamere ed elaborati dalla Camera di Commercio di Salerno, parlano chiaro. Gli ingressi in disoccupazione quest’anno sono stati tantissimi, con un incremento notevole rispetto al 2013, così come è aumentata la cassa integrazione straordinaria, che è l’ultimo strumento prima di un salto nel buio. Finito questo strumento non c’è altro tipo di ammortizzazione sociale per gestire gli stati di crisi. Noi però non ci arrendiamo, in attesa di segnali concreti da questo Governo per giovani, pensionati e lavoratori. La questione del lavoro diventa per noi della Cisl, non uno dei tanti problemi della nostra provincia ma, in assoluto, il problema da affrontare e risolvere immediatamente”.

In questo scenario poco confortante Passamano vede tuttavia uno spiraglio positivo nel programma  ‘Garanzia Giovani’. Secondo il segratario infatti esso può agevolare l’avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro attraverso un’opera di sensibilizzazione e di interventi di sostegno per ridurre la fascia di quanti, oggi, non hanno un impiego e non lo cercano più che vuol dire speranza per 84 mila giovani campani. Programma che prevede un investimento economico di circa 200 milioni e riguarderà i giovani compresi tra la fascia di età tra i 15 e i 24 anni.

“A volte basta poco – conclude Passamano – per far ripartire una buona fetta di economia provinciale, sicuramente bisogna dare slancio alle numerosissime opere pubbliche ferme al palo e utilizzare tutte le risorse disponibili per mettere in sicurezza l’intero territorio. E nel comizio tradizionale del primo maggio, che trova a Nocera Inferiore la sua storica identità, vogliamo spiegare alla gente comune che il Paese ha bisogno di tutti per un nuovo rilancio”.

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA