Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Porti. Caldoro incontra la delegazione di Salerno: “Ragioniamo su sistema di governance integrato”

Scritto da Redazione il 5 maggio 2014 in Evidenza,Salerno. Stampa articolo

porto di Salerno

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro ha tenuto oggi un incontro a palazzo Santa Lucia a cui hanno preso parte Mauro Maccauro, presidente di Confindustria Salerno; Agostino Gallozzi, presidente di Assotutela; Giuseppe Amoruso, presidente Assamar; Alberto Fabbricatore, presidente AS.SA.SPE.DO e Angela Voto, segretaria della sede di Salerno di FAI/Confitarma.

Nel corso dell’incontro si è deciso di dar vita ad una cabina di regia, che metta insieme la Regione, le istituzioni locali e le imprese.

“Una riunione positiva e costruttiva – commenta il presidente Caldoro – La Regione ha scommesso sulla portualità, lo ha fatto individuando percorsi e risorse per Napoli, Salerno e altri porti. Il tema non è lo scioglimento delle Autorità portuali, ma ragionare su un sistema di governance integrato ed un piano industriale, portuale e della logistica che tenga conto delle esigenze e della potenzialità di Salerno, di Napoli e della stessa realtà di Civitavecchia. Faremo una proposta come Campania, sono certo dal confronto emergerà una posizione chiara e condivisa da tutti. Non abbiamo un problema di risorse, servono percorsi trasparenti e più veloci”.

Durante l’incontro il presidente Caldoro ha ribadito l’impegno della Giunta per sostenere il settore ed ha sottolineato, d’intesa con i partecipanti, la necessità di intervenire per snellire e semplificare le procedure.

“Abbiamo ribadito al Presidente Caldoro la necessità di una riforma che non punti al mero accorpamento delle Autorità Portuali – afferma il Presidente di Confindustria Salerno Mauro Maccauro – ma al più complessivo ridisegno di una sovrastruttura che lasci intatte le autonomie dei singoli scali portuali e miri a mettere in rete i servizi integrati dei trasporti e della logistica. Durante l’incontro è emersa un positiva comunità di intenti nell’affermare prioritariamente il ruolo e l’importanza dei porti campani nel sistema nazionale.La costituzione della Cabina di Regia da parte della Regione è un’importante occasione per addivenire ad una posizione unica e condivisa, di concerto con le Istituzioni locali, per la riforma della portualità campana. Auspichiamo, dunque, che, nei tempi brevi richiesti dall’imminente presentazione della riforma, si possa presentare al Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi una proposta campana che valorizzi le eccellenze e le best practices.”

Sulla stess linea il Presidente di Assotutela, Agostino Gallozzi. “Accogliamo con grande attenzione il disegno di avviare fin da subito un percorso per formulare in tempi brevi una proposta condivisa, da sottoporre in sede ministeriale. Apprezziamo la posizione espressa dal Presidente Caldoro nel sottolineare che il tema centrale non riguarda lo scioglimento delle Autorità portuali. L’obiettivo comune è di coniugare il mantenimento e l’autonomia delle due Autorità Portuali Campane con la elaborazione di un sistema di governance integrato della portualità e della logistica, che tenga conto delle esigenze e della potenzialità di Salerno, di Napoli e della stessa realtà di Civitavecchia. Sulla base di tale considerazione assicureremo massimo e costruttivo sostegno all’elaborazione di una proposta realmente in grado di tutelare l’autonomia ed i percorsi di sviluppo del porto di Salerno, in un quadro di convergenza sui temi della logistica nazionale ed internazionale.”

 

 

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA