Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mercato S. Severino. Teatro, musica, danza, ambiente e biodiversita’ per gli alunni del ‘San Tommaso’

Scritto da Redazione il 23 maggio 2014 in Valle Irno. Stampa articolo

scuola media mercato san severinoMercato San Severino. Si è svolta, presso il teatro comunale, la manifestazione di fine anno della Scuola Media “San Tommaso”. Una verifica del lavoro svolto relativamente  ai  percorsi realizzati sia nell’ ambito dell’ offerta formativa che del Piano Integrato  P.O.N  FSE – C1 FSE 2013-1272.

Un folto pubblico e tanti consensi per la performance dei circa 100 alunni impegnati nella rappresentazione in musica della favola “ Pinocchio”, un progetto curato nei moduli di teatro, musica e danza.

Originali  le scene, realizzate nell’ambito del modulo “ Creo riciclando”, sotto la guida dell’ esperto Paolo Bini e del tutor Luigi D’ Arco  caratterizzate dall’utilizzo esclusivo di materiali di riciclo ( bottiglie, tappi, carta e perfino abiti in disuso).

Nel corso della serata è stato riservato ampio spazio alle premiazioni degli alunni distintisi nelle varie attività ( Giochi studenteschi, Finali nazionali dei Giochi matematici dell’ Università Luigi Bocconi, e Concorsi di poesia)  ed è stato, inoltre, presentato  il Progetto VIVaRA  – Scuola realizzato in collaborazione con il Comune di Mercato S. Severino, l’ Università degli Studi Federico II di Napoli e l’ isola di Vivara – Procida.

Nell’ ambito del Progetto VIVaRA  il Parco Archeologico del Castello dei Sanseverino è stato oggetto di studio da parte degli alunni relativamente alla biodiversità e, nella splendida cornice del sito archeologico,  è stato realizzato un filmato che  sarà presentato nel corso della manifestazione finale, il 29 maggio, a Procida dove la Scuola Media “ San Tommaso” rappresenterà le scuole della Provincia di Salerno.

Soddisfatta la dirigente scolastica dott.ssa Angela Rita Medugno che ha elogiato il lavoro svolto dai docenti  e dagli alunni.

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA