Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Campionato italiano ciclismo dipendenti autostrade, vince Diego Rubini

Scritto da Redazione il 3 giugno 2014 in Ciclismo. Stampa articolo

CIIPaeCAMPIONIITgiudice2014ridSi sono conclusi con successo i 35.Interautostradali, i Campionati italiani dei dipendenti delle società autostradali, svoltisi a Paestum.

Una buona partecipazione, un livello tecnico che cresce anno dopo anno, e un grande spirito di aggregazione tra i concorrenti provenienti da diverse parti d’Italia, hanno contraddistinto anche questa edizione dell’evento. Nel quale, vincendo anche la crono individuale corsasi a Paestum, sulla strada del Santuario di Santa Maria del Granato, si è imposto Diego Rubini dell’Autocamionale della CISA. Per l’atleta di Fornovo di Taro (Parma) è il quinto successo negli Interautostradali. Ha vinto un’edizione che ha definito molto bella, che si è svolta in una settimana caratterizzata da buone condizioni meteorologiche, che hanno valorizzato strade interessanti e tecniche della zona del Cilento.

Rubini, quest’anno, aveva vinto a inizio stagione una tappa del Giro di Sardegna.Evento del quale ha detenuto per tre giorni la maglia gialla, concludendo poi al quinto posto in assoluto. Degli Interautostradali di quest’anno, caratterizzati come sempre da un buon livello organizzativo, gli è piaciuta la corsa in linea, che ha vinto. Agli atleti dell’Autocamionale della Cisa è andato anche il secondo posto, conquistato da Marcello Tonelli, che nella crono individuale è finito secondo alle spalle di Rubini, staccato di un minuto. Laterza posizione è andata a Roberto Smerieri, della Brennero, che in passato aveva vinto gli Interautostradali. E che si è giocato la terza piazza, fino all’ultima prova, con i due avversari giuntigli alle spalle. Fino al quinto posto, il risultato finale rispecchia infatti la graduatoria generale conclusiva degli Interautostradali.

Dopo Smerieri, al quarto posto è arrivato Furio Cavallini, di Autovie Venete, terzo nel 2013 a San Vincenzo. Quinto Flavio Terzoni, di Arcadia. La crono individuale, si è corsa su un tracciato di oltre 4 km, quasi interamente in salita. E ha consentito di completare la graduatoria finale, basata sui risultati delle cinque prove disputate: la cicloturistica, la crono a squadre, la Mtb-cross country, in linea, e appunto la crono individuale. Nonché di assegnare i titoli di Campione Italiano di categoria dei 35.Interautostradali.

Evento,che è stato realizzato con il supporto di Arcadia, con il coordinamento logistico di Carmine Paladino, presidente del Dopolavoro autostrade 6. Tronco A.R.C.A.DI.A Cassino, la collaborazione dell’ASD Cilento Bike, del Comune di Capaccio, delle forze dell’ordine, della protezione civile, della Croce rossa. Eaveva la base logistica al Villaggio Oasisdi Capaccio.

Alle premiazioni, svoltesi nell’arena del Villaggio, presenti Luigi Barlotti e Maurizio Franco proprietari di tale struttura ricettiva, è intervenuto il sindaco, Italo Voza, per parlare della vocazione del territorio comunaleall’attività ciclistica e al turismo. Assieme al sindaco, alla cerimonia, molto partecipata, conclusa da uno spettacolo pirotecnico, il consigliere comunale con delega allo sport, Franco Sica, il comandante della Polizia locale, Natale Carotenuto, i presidenti della sezione locale della CRI (ha seguito l’intero evento con il supporto del medico Ciro Lamberti), Luigi Scala, e della Protezione civile di Capaccio, Sergio Mangoletti, Raffaele Barlotti, che ha curato i percorsi delle gare, e l’artista, Italo Cerullo, che ha realizzato i trofei.

Tra le squadre, successo della Brennero, seguita da Autovie Venete e da Brescia /Padova. Un risultato che si era delineato già nella crono a squadre, e consolidato nel corso della settimana.

Mentre, nelle categorie:

nella AB da 20 a 35 anni vittoria di Giuliano Tonelli, di Autovie Venete. Al secondo posto Andrea Minelli (Brennero) e al terzo Otello Senis (Autoc.Cisa). Nella C, da 36 a 40 anni successo di Mirko Masseroni (Centropadane), davanti a Ivan Bressan e Gianluca Broseghini (Brennero). A Rubini la D, da 41 a 45 anni, davanti a Johan Moret e Peter Vikoler (Brennero. Nella E, primo Massimo Trainotti (Brennero), secondo Luca Morandini (Autovie Venete), terzo Pierpaolo Panizzieri (Autoc.Cisa). Nella E Super, vittoria di Marcello Tonelli, su Cavallini e Maurizio Manzani (Brennero). A Smerieri è andata la Master 1, davanti a Terzoni e Antonucci (Arcadia). Nella Master 2 successo di Elvio Bomprezzi (Brennero), seguito da Luigi Gallocchio ed Enrico Zennaro (Brescia/Padova). Primo, nella Master 3, Sergio Endrizzi (Brennero), seguito da Dino Piazza (Brescia/Padova), e da Giuseppe Bacci (Arcadia). La categoria femminile è andata a Laura Bravi (Centropadane). Hanno partecipato al Campionato Brennero, Autovie, Autocamionale della Cisa, Arcadia Autostrade per l’Italia, Strada dei Parchi e Centropadane.

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA