Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salerno. Tentano furto poi fuggono inseguiti dalla polizia, arrestati 3 uomini

Scritto da Redazione il 6 giugno 2014 in Cronaca,Evidenza. Stampa articolo

S

polizia-notte_poliziotti (2)-2Salerno. Furto sventato alle 4 di questa mattina in città: i poliziotti di due equipaggi della Sezione Volanti della Questura, a seguito della segnalazione fatta da un cittadino al 113 sulla presenza sospetta di alcune persone, sono immediatamente intervenuti in via Silvio Baratta, riuscendo ad individuare tre uomini che stavano armeggiando davanti ad un negozio di rivendita di tabacchi e valori bollati.

I tre malfattori, visto il sopraggiungere della Polizia, sono fuggiti in diverse direzioni nel tentativo di sottrarsi alla cattura: dopo un inseguimento a piedi gli agenti hanno bloccato ed individuato A. T., napoletano, 32enne incensurato. Frattanto, gli altri due complici sono riusciti a salire sull’auto a bordo della quale avevano raggiunto il luogo scelto per portare a termine il furto.

L’auto, tuttavia, è stata inseguita da due equipaggi della Sezione Volanti che hanno ben presto tallonato il veicolo che procedeva a forte velocità e con manovre spericolate in direzione via Irno, dove, a scopo intimidatorio, gli agenti della Polizia hanno esploso un colpo di pistola in aria. L’inseguimento è proseguito fino allo svincolo autostradale di Fratte dove i poliziotti sono riusciti ad affiancare i fuggitivi, nonostante il tentativo del conducente di speronare la volante della Polizia.

Il conducente ed il passeggero della vettura sono stati bloccati ed identificati per G. S., 32enne e B. F., 34enne, entrambi di Napoli e con precedenti a carico. La perquisizione dell’auto ha consentito ai poliziotti di trovare e sequestrare guanti in lattice ed arnesi atti allo scasso utilizzati per forzare la saracinesca dell’esercizio commerciale in via Silvio Baratta le cui serrature erano state già divelte. I tre partenopei sono stati arrestati.

 

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA