Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Scafati. Nessun taglio ai servizi sociali, il sindaco incontra gli operatori del settore

Scritto da Redazione il 17 giugno 2014 in Agro Nocerino. Stampa articolo

servizi socialiScafati. Il sindaco Pasquale Aliberti ha incontrato ieri pomeriggio nell’Aula Consiliare del Comune alla presenza del Responsabile dei Servizi Sociali, Vittorio Minneci; dell’Ass. Annalisa Pisacane; del Presidente della Commissione Affari Sociali, Teresa Formisano; dei Parroci delle Chiese di S.M. delle Grazie e Ss. Vergine Del Suffragio in Marra, tutti gli Operatori dei Servizi Sociali.

Durante l’incontro, insieme, è stato fatto il punto della situazione mettendo in evidenza le criticità e soluzioni possibili.

Buone notizie sono emerse dalla riunione: nonostante le difficoltà economiche il Comune di Scafati confermerà nel prossimo Bilancio la spesa indirizzata ai Servizi Sociali. Nessun taglio riguarderà il settore e da settembre le attività del sociale, in fase di riorganizzazione, ripartiranno più forti grazie anche ad alcune integrazioni previste.

Dal 14 luglio al 13 settembre con la collaborazione dell’associazione Apeiron partiranno presso la Chiesa di S.M. delle Grazie attività di supporto alle famiglie. Inoltre, i Fondi PAC destinati al competente Piano di Zona consentiranno di rafforzare l’assistenza domiciliare.

L’Amministrazione Aliberti da sempre ha come priorità le fasce deboli e anche in tempo di crisi economica ha preferito come in questo caso stringere la cinghia in altri settori evitando di toccare i Servizi Sociali.

Per quanto riguarda la situazione del Centro ‘Raggio di Sole’, il Responsabile dei Servizi Sociali, Vittorio Minneci chiarisce alcuni punti: “ Il trasporto degli utenti del Centro con minibus attrezzato riprenderà a breve; il servizio mensa regolarmente erogato fino alla fine di maggio, riprenderà contestualmente all’anno scolastico poiché viene erogato dalla stessa società che somministra i pasti per le scuole e che in questo particolare periodo dell’anno, visto anche l’esiguo numero degli utenti del Centro, non può provvederne alla fornitura. Tutto questo ha comportato la logica riduzione dell’orario di apertura del Centro”.

 

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA