Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Renault Capture, più di un crossover

Scritto da Redazione il 16 luglio 2014 in Auto. Stampa articolo

113409567--45befb8e-ba55-430f-a5eb-25e6fc60d2c4Compatto e maneggevole, con ruote grandi per affrontare qualunque fondo stradale, alto per la miglior visibilità su strada e confortevole per viaggiare comodi. Renault Captur va oltre il concetto dell’urban crossover e si adatta sia alle esigenze cittadine che a quelle dell’off-road.

Compatta, è lunga appena 6 cm in più rispetto alla Clio, Captur ha tutte le carte in regola per essere annoverata tra i suv, con passo di 2 metri e 60, carreggiata da 1.53 mt., altezza dal suolo di 20 cm. e ruote da 16 o 17 pollici. Ma è anche classificabile come monovolume, grazie al vano bagagli generoso che contiene da 377 a 455 dm3, la posizione di guida rialzata che migliora la visibilità, le sospensioni confortevoli che attutiscono qualunque imperfezione del fondo stradale fino all’abitabilità che assicura spazio ampio per le ginocchia dei passeggeri posteriori.

182029309-6daf68ad-a2f6-47e4-916e-f8952b6843e3Inoltre, grazie al sistema di scorrimento del divano posteriore, frazionabile e ribaltabile per acquistare spazio di carico, e ai 27 vani portaoggetti sparsi per l’abitacolo, è la vettura ideale per tutta la famiglia. Inoltre, racchiude in poco spazio tutta la manegevolezza di una berlina, con servosterzo elettrico ad assistenza variabile leggero e preciso con un diametro di sterzata di 10,42 metri che la rendono comoda anche in città.

Al look esterno che fonde sportività ed eleganza, si aggiungono diverse possibilità di personalizzazione “Be style” con tinte originali e a due colori che permettono di sottolineare

tettino e retrovisori con 18 varianti. Per gli interni una soluzione intelligente: le nuove sellerie “Zip collection”, lavabili e sfoderabili. Addio orrende foderine. Le macchie indelebili vanno in pensione. La Zip collection permette di pulire con semplicità lo sporco dai sedili e, nei casi impossibili, di sostituire solo la parte macchiata. Ma anche di cambiare gli interni a secondo del proprio umore o del momento. Insomma, una possibilità che apre nuove frontiere alla voglia di esclusività, già peraltro più che soddisfatta dalle numerose possibilità di abbinamenti, fino a 200 combinazioni possibili, grazie ai pack accessori disponibili in tre declinazioni: Sport, Trendy o Elegant cui si abbinano i temi per gli interni City Day e City Night. A ognuno il suo stile.

Stile che si abbina a tecnologie per semplificare la vita e rendere l’esperienza di guida sempre più piacevole, come l’Easy Access System II, apertura e chiusura dell’auto senza chiavi, di serie dalla versione Live in su, l’Energy Renault R-Link, il tablet integrato nella plancia centrale con schermo da 7 pollici che racchiude numerose funzioni come navigazione, multimedia, telefonia integrata, info sul veicolo, servizi, applicazioni e regolazioni del sistema. E tecnologia è anche sinonimo di sicurezza, che in Renault non manca mai.

Di serie su Captur airbag frontali e laterali testa/torace, sensore di pressione nelle porte anteriori, cinture di sicurezza con pretensionatori e limitatori di carico sui sedili anteriori con anti-effetto submarining, poggiatesta anti colpo di frusta, funzione limitatore di carico nei posti laterali posteriori, 3 ganci per seggiolini Isofix a 3 punti di ancoraggio e 3 posizioni omologate per il fissaggio della cintura di sicurezza. Renault si preoccupa non solo della protezione dell’abitacolo, ma anche di quella dei pedoni, con un design che integra la riduzione delle lesioni in caso di urto, in particolare per gambe e testa.

A questi accorgimenti si aggiungono ABS, assistenza alla frenata di emergenza, antipattinamento ESP di ultima generazione, sistema antiribaltamento (Roll Movement Intervention) che presiede alla sicurezza attiva e interviene per recuperare situazioni estreme, in cui l’angolo di rollio della scocca è eccessivo, e assistenza alle partenze in salita (Hill Start Assist).

Completano l’offerta Renault Capture le motorizzazioni di ultima generazione che uniscono prestazioni, potenza e consumi ridotti con basse emissioni di CO2. Tutti turbocompressi, i propulsori a benzina sono disponibili in versione EnergyTce da da 0,9 litri con 90 cavalli e consumi pari a 4,9 litri per 100 km ed emissioni di 113 g/km oppure TCe 120 EDC da 1,2 litri con 120 cavalli, 125 g/km di emissioni di CO2 e consumi pari a 5,4 litri per 100 km. Per i diesel la scelta è tra l’Energy dCi 90, un 1.5 litri da 90 cavalli che consuma 3,6 litri di gasolio per 100 km ed emette appena 95 g di CO2 per chilometro, oppure l’Energy dCi 90 EDC (doppia trasmissione Efficient Dual Clutch), con stessa cilindrata e potenza e consumi leggermente superiori (3,9 l/km). Le motorizzazioni Energy sono dotate di serie del sistema Start/Stop e recupero di energia in decelerazione e frenata.

E per chi proprio non si accontenta arriva anche la serie speciale “Captur Project Runway”, versione fashion per celebrare la partnership di Renault con il talent show dedicato alla moda. La limited edition offre in più di serie, rispetto ai modelli standard, sellerie in misto pelle e tessuto, parking camera, badge esterno Project Runway, cassetto Easy-Life rosso “Marrakech” con illuminazione a led, cerchi da 17 pollici diamantati black, tinta esclusiva “Be style Marrakech” rosso e nero, finiture interni color rosso “Marrakech”, retrovisori esterni ripiegabili elettricamente , ski anteriore e posteriore e “l’Extended Grip”, un avanzato sistema di controllo della trazione che rappresenta un’evoluzione dell’antipattinamento e “consente all’auto di aderire alla strada con tranquillità anche in condizioni di guida difficili (neve, fango, sabbia, etc.). Attivando manualmente il selettore presente sulla consolle centrale, il conducente può scegliere la modalità di assistenza desiderata: “Standard”, “No Grip” o “Expert””, spiegano da Renault.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA