Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

De Luca fiducioso sugli esiti della Legge di stabilità, nonostante i tagli

Scritto da Redazione il 17 ottobre 2014 in Evidenza,Politica,Salerno. Stampa articolo

vincenzo_de_lucaSalerno. “Mi sembra si stiano creando le condizioni migliori per consentire alle imprese di assumere giovani”. Con queste parole il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca parla della legge di stabilità appena approvata dal Governo davanti alle telecamere di Lira Tv. Per il primo cittadino occorre mettere in moto i comuni per avere benefici immediati sull’economia, anche se si dice preoccupato per i tagli ipotizzati per gli enti locali perché “il rischio è che ci sia una diminuzione della pressione fiscale a Roma e un incremento sui territori”.

Inevitabile che l’intervista si sposti anche sulle recenti elezioni provinciali e alle successive polemiche innescate dalle dichiarazioni del governatore Caldoro che attribuiva proprio a De Luca le responsabilità della sconfitta del centrodestra. “Il centrodestra sta cercando di arrampicarsi sugli specchi e parla di complotto. A mio avviso, hanno contato i candidati: c’è stata una sconfitta dell’Assessore regionale all’Ambiente, una sconfitta politica” dice De Luca.

Le istituzioni non possono essere considerate un’appendice di un partito, dove manca totalmente il senso del rispetto e delle istituzioni” continua il sindaco “ora bisogna guardare avanti, lavorare e concentrarsi sulle emergenze, ad iniziare da quella che a mio avviso è la più grande: quella della viabilità in Cilento”.

In merito ai premi di Legambiente che hanno premiato i comuni Ricicloni, De Luca si dice compiaciuti del risultato ottenuto dai comuni salernitani e di Sassano in particolare.

Infine il sindaco, sulla questione del lavoro in Campania, lancia una proposta che sembra aprire ufficialmente la campagna elettorale per la Regione: “Per dare una mano alle startup, la Regione potrebbe prendere almeno due decisioni: cancellazione dell’Irap per un anno (come fatto dalla Regione Toscana) e costituzione di un fondo di garanzia per dare credito immediato alle giovani imprese”.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA