Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’8 novembre sindacati in piazza contro l’austerità del Governo

Scritto da Redazione il 6 novembre 2014 in Attualità,Territorio. Stampa articolo

sindacatiLa Legge di Stabilità è un atto di irresponsabilità da parte del Governo. Scaricano un peso intollerabile sulle casse degli enti locali e quindi sui servizi. Si è deciso di abbandonare le comunità locali al proprio destino“. Con queste parole Angelo De Angelis, Segretario Generale della Fp-Cgil Salerno, interviene in merito al confronto tra Governo ed Enti Locali.

I tagli previsti nella legge di stabilità a Regioni, Comuni e Province, sommandosi a quelli stabiliti in precedenza – aggiunge De Angelis – avranno un impatto pesantissimo sulle comunità. Basti pensare che le sole Province e Città Metropolitane nel 2015 avranno a disposizione il 51% delle già scarse risorse disponibili nel 2014. E che con quelle risorse si dovrà garantire la manutenzione, la sicurezza, la tutela dell’ambiente e i servizi per l’impiego“.

L’insieme dei tagli rischia di moltiplicare le situazioni di dissesto in molti enti con conseguenze drammatiche per il personale, a cui in alcuni casi sarà difficile persino garantire gli stipendi. Con queste condizioni finanziarie – afferma il sindacalista – si compromette fortemente il processo di riordino previsto dalla Legge Delrio“.

L’8 novembre – conclude De Angelis – saremo con CISL ed UIL, ma, soprattutto, con migliaia di lavoratori del pubblico impiego, in piazza a Roma anche per fermare un’austerità ottusa che ha già prodotto un pesante indebolimento del sistema pubblico di servizi e che, in assenza di modifiche, lo metterà definitivamente in crisi“.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA