Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, scocca l’ora di Casadei. Sottil ha l’imbarazzo della scelta in attacco

Scritto da Redazione il 12 novembre 2014 in Calcio,Paganese,Sport. Stampa articolo

sottilUna vittoria per ricominciare a sognare. L’aver espugnato il Giraud ha ridato tanto entusiasmo in casa Paganese. Il trionfo di Torre Annunziata ha attestato la forza del gruppo di mister Sottil e soprattutto ha riacceso la passione tra i tifosi azzurrostellati, poco divertiti dall’inizio balbettante della propria squadra del cuore. Gli undici punti nelle ultime cinque sfida e la striscia di risultati utili ancora aperta fa bene sperare tanto che sabato, in vista del match col Benevento, si preannuncia un pubblico più che caloroso al “Torre”. Fermare la capolista sarebbe la ciliegina sulla torta tanto che la società ha deciso di venire incontro ai suoi supporters decidendo di abolire la maggiorazione del 30 per cento per l’acquisto dei tagliandi nel giorno del match.

Sottil intanto tiene alta la tensione e prepara la sfida alla capolista consapevole della forza del suo gruppo e di arrivare al match di sabato senza l’assillo e la pressione di dover far punti necessariamente. Ecco perchè il tecnico confermerà il suo 4-3-3 nonostante l’onda d’urto di una avversario solido in difesa e pericolosissimo in attacco. A bloccare Mazzeo e compagni ci sarà Angelo Casadei, secondo di Marruocco, fermato dal Giudice Sportivo per un turno. L’ex Lanciano debutterà sabato in una sfida tutt’altro che semplice, ma questa responsabilità non preoccupa il numero 12 dei campani, anzi. “Sono pronto per la sfida di sabato. Arriva la capolista e quindi tutti dovremmo avere una grande attenzione. L’attacco del Benevento non mi spaventa. Lo scorso anno in B ho affrontato giocatori di grande calibro, quindi niente paura. La squadra è in forma, sta bene ed ha lo spirito del mister. Vogliamo continuare a fare bene”.

Intanto la squadra ieri ha lavorato al Comunale di Siano. Gli azzurrostellati hanno svolto un lungo lavoro atletico prima di lavorare sulla tattica e chiudere poi con una partitella finale. Solo Caccavallo, Tartarglia e Schiavino hanno lavorato a parte. Se il difensore, fuori per un una contusione alla coscia destra, non è in dubbio per il match col Benevento, resta qualche perplessità su Caccavallo. L’attaccante è clinicamente guarito dalla lesione miotendinea accusata due settimane fa ma potrebbe recuperare al massimo per la panchina. Sottil non ha intenzione di rischiarlo, nonostante l’ex Gubbio sia il capocannoniere della squadra. Davanti Deli ed Herrera hanno dimostrato di essere in palla, mentre Girardi e Bernardo lottano per il posto di centravanti titolare. Una dolce abbondanza dunque, che non può che far sorridere sia lo staff tecnico che la dirigenza.

Sabato Romeo

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA